Alcatraz: consigli, biglietti ed un po’ di storia

Alcatraz è in realtà il nome dell’isolotto che si trova a due chilometri dalla baia di San Francisco e che regala il nome al carcere di massima sicurezza costruito su di esso negli anni ’30 del secolo scorso. Il carcere di Alcatraz è comunemente noto per la severità delle regole e la rigidità nei confronti dei detenuti. Qui venivano mandati solo i delinquenti considerati molto pericolosi oppure coloro che avevano tentato di evadere da altre prigioni, le celle erano davvero molto piccole e lo spazio vitale estremamente ridotto. Inoltre, era una delle poche carceri, dove non a tutti i detenuti era data la possibilità di lavorare, ma solo ad alcuni che dimostrassero buona condotta e spirito d’adattamento, nonché redenzione e pentimento. Esiste un detto che esprime perfettamente lo spirito di questo posto: “Break the rules and you go to prison, break the prison rules and you go to Alcatraz”.  Insomma, non c’è dubbio sul fatto che la prigione di Alcatraz, ora chiaramente fuori servizio, sia una tappa quasi obbligata per i visitatori di San Francisco, motivo per cui bisogna cercare di acquistare i biglietti in tempo per non rimanere a bocca asciutta.

45833266_2209504922711777_246915870255742976_n
Stampa di Alcatraz

Purtroppo noi non ne avevamo idea e siamo rimasti molto delusi quando ci è stata comunicata la mancanza di posti liberi. Il biglietto per entrare ad Alcatraz costa 33$, comprende chiaramente il trasporto fino all’isolotto tramite un battello e parte da Pier 33, attenzione e non confonderlo con il famoso Pier 39. Eventualmente esiste la possibilità, spendendo 40$, solo 7$ in più rispetto al biglietto ordinario, di visitare il carcere all’orario del tramonto, un’esperienza davvero fantastica per chi ci è stato. Come attrazione non è propriamente economica, ma ne vale sicuramente la pena.