Ristoranti da non perdere a Los Angeles

. The Cheesecake Factory

2 W Colorado Blvd, Pasadena, CA 91101, Stati Uniti

https://www.thecheesecakefactory.com

cheesecake
Foto dal Web

Questo ristorante è molto carino, inoltre per noi era tappa obbligata essendo parte del set della fortunata serie TV americana “The Big Bang Theory”. Si mangia bene, i camerieri sono super gentili e la location è molto bella e curata. In realtà non si trova propriamente a Los Angeles il punto vendita dove ci siamo recati noi, ma a Pasadena; nonostante ciò le distanze in macchina sono abbastanza brevi, noi in Uber ci abbiamo messo una ventina di minuti. Essendo il “The Cheesecake Factory” una catena, lo troverete anche a Los Angeles.

 

. Cielito Lindo

E-23 Olvera St, Los Angeles, CA 90012, Stati Uniti

http://www.cielitolindo.org

rfl_21855-1400x933_c
Foto dal Web

In questo posto potrete gustare un po’ di cucina messicana, molto diffusa negli Stati Uniti, soprattutto in California data la vicinanza con il Messico. Non perdetevi i tacos, in questo posto sono buonissimi, inoltre i prezzi sono abbastanza contenuti.

home-7
Foto dal Web

 

. Olive Garden Italian Restaurant

13500 Whittier Blvd, Whittier, CA 90605, Stati Uniti

https://www.olivegarden.com

olive_garden_exterior_hr
Foto dal Web

L’Olive Garden è una catena di ristoranti molto famosa, in effetti il cibo è buono e la location è una delle migliori. Anche in questo caso, essendo una catena, lo troverete molto spesso e vi consigliamo di provarlo almeno una volta durante la vostra sosta a LA.

 

 

Negozi da non perdere a Los Angeles

. Citadel Outlet

100 Citadel Drive, Commerce, CA 90040

https://www.citadeloutlets.com

20140604_153337
Foto dal Web

All’interno di questo grande outlet potrete fare acquisti a prezzi ottimi, i negozi al suo interno sono moltissimi, tra cui Calvin Klein, ALDO, American Eagle, Adidas, Nike, Disney Store, Diesel, H&M etc.

 

 

.Rodeo Drive

gettyimages-900298388
Foto dal Web

Rodeo Drive a Los Angeles è una tappa obbligata, non necessariamente per fare shopping, in quanto i negozi qui presenti non sono esattamente economici, ma non potete non aggirarvi per le vie di Pretty Woman almeno una volta nella vita.

 

 

. Shabon

7607 1/2 Beverly Blvd, Los Angeles, CA 90036, 323-692-0061

http://www.shabonla.com/index.html

Questo negozio è il tempio del vintage, troverete di tutto e di più. Colori, tessuti diversi e particolari vi colpiranno senza riserve e non avrete più voglia di uscire da questo posto.

 

 

. A Shop Called Quest

300 S Santa Fe Ave B, Los Angeles, CA 90013, Stati Uniti

https://www.ashopcalledquest.com

DcnBmLQ
Foto dal Web

Che dire, questa è una chicca e non potete assolutamente perdervela. Los Angeles è la capitale mondiale del cinema e dei fumetti. Questa fumetteria è grande, super fornita ed ottima per entrare nel mondo dei nostri personaggi preferiti.

 

. Venice Beach

VC_California101_VeniceBeach_Stock_RF_638340372_1280x640-1
Foto dal Web

Venice Beach è uno di quei posti che si visitano sempre quando ci si reca a Los Angeles ed in effetti ha il suo fascino. Tutta la passeggiata è costellata da negozi e vi verrà voglia di entrare in ognuno di essi. Certo, non aspettatevi alta qualità ed oggetti particolari, gli articoli che troverete saranno perlopiù turistici e dal costo medio/basso. L’atmosfera che si respira qui è diversa da quella della grande città, da una parte avete i negozi e dall’altra avete una meravigliosa spiaggia di sabbia fine, fate una passeggiata e tra una foto e l’altra sicuramente troverete qualche souvenir capace di farvi ricordare il vostro viaggio.

 

Tempo minimo di permanenza in USA per un itinerario simile al nostro

In questo articolo abbiamo deciso di fare una considerazione sul tempo minimo di permanenza per un viaggio che segua il nostro itinerario, o uno che sia più o meno simile. Premettiamo che questo è stato uno dei viaggi più belli ed emozionanti che abbiamo fatto, molto intenso, stancante ma senza dubbio soddisfacente sotto tutti i punti di vista. Sicuramente per un viaggio di questo genere, il tempo minimo è di due settimane, non di meno. Purtroppo, a posteriori, ci siamo resi conto che avremmo potuto vivere un’esperienza di viaggio migliore se ci fossimo fermati qualche giorno in più. Nella fattispecie, ci è capitato di fare soste di una sola notte in posti come Kayenta, Flagstaff e Las Vegas, vi consigliamo di non fare il nostro stesso errore. Le distanze in America sono davvero ampie, se il navigatore vi dice “4 ore” probabilmente saranno 5, o qualcosa di più. Dovete aggiungere il tempo per le soste che farete, per fermarvi a mangiare qualcosa o per andare in bagno, inoltre vi capiterà di trovare coda all’entrata delle principali città, oppure di imbattervi in deviazioni o limiti di velocità momentanei a causa di lavori stradali. Una notte, non è abbastanza in nessuno dei posti sopracitati, soprattutto perché se seguite il nostro itinerario, anche facendo lievi modifiche, ci saranno volte che guiderete due ore, e volte che le ore saranno cinque o sei. Sicuramente per alcune escursioni dovrete svegliarvi all’alba, quindi sarete stanchi e dovete mettere in conto che i colpi di sonno esistono, se siete in quattro o cinque persone, datevi spesso il cambio, ma se siete in due, piuttosto allungate il vostro viaggio di qualche giorno.

18 Giorno > Ultimo giorno negli Stati Uniti, ritorno a San Francisco

DSC_0836Ci alziamo intorno alle 10 di mattina, per fortuna il nostro volo da San Francisco parte nel tardo pomeriggio, quindi abbiamo tutto il tempo per fare colazione nello Starbucks di fronte all’hotel e poi metterci in marcia in direzione San Francisco, dove arriveremo intorno alle 6 di sera. Mentre guidiamo verso San Francisco ripercorriamo con la mente tutte le nostre tappe, ci raccontiamo le sensazioni ed ammiriamo quei panorami sconfinati dai quali passiamo per la seconda volta. Che dire, l’America è stata una bella scoperta, è stato tutto diverso da ciò che immaginavamo, i pronostici sono andati a farsi benedire, a volte abbiamo fatto di più, altre di meno rispetto a ciò che avevamo messo in conto, ma ogni tappa del nostro itinerario ci ha lasciato sensazioni diverse, bellissime e poco riproducibili.

A tale proposito non possiamo far altro che dirvi che più organizzate un viaggio dettagliato, più questi dettagli verranno a mancare; ma è anche questo il bello. Arrivati in zona aeroporto e salutate per l’ultima volta le highway americane, diamo una pulita alla macchina, facciamo il pieno di benzina e riconsegnamo l’auto al banco della Sixt, la nostra compagnia di autonoleggio. Fortunatamente esiste un servizio di navetta che porta i passeggeri dall’ autonoleggio alla stazione dei treni che poi vi porterà direttamente al terminal di competenza. Arrivati finalmente in aeroporto, sbrighiamo tutte le procedure burocratiche e di sicurezza ed arriviamo al nostro gate. E’ stato ben poco divertente accorgersi del fatto che più si arriva in anticipo, più l’aereo fa ritardo. Saremmo dovuti partire alle 19.55, mentre siamo partiti alle 22.45, una bel ritardo di 3 ore nelle quali abbiamo cenato. Finalmente saliamo sull’aereo dove dire che ci siamo addormentati è un eufemismo, siamo più che altro svenuti 🙂

17 Giorno > Destinazione Bakersfield, sosta a Newport Beach

45879617_522421081563449_6475354559605637120_nSiamo pronti per partire e non è nemmeno troppo presto, facciamo colazione con calma, portiamo le valigie in macchina che pesano il triplo rispetto a quando siamo arrivati, e ci mettiamo in marcia. L’idea originaria era quella di arrivare a Bakersfield nel giro di circa tre ore e mezza, riposarci, magari fare un giro in città ed andare a dormire perché ora sì che siamo davvero distrutti. Chiaramente così non è stato. Durante il tragitto abbiamo visto il cartello di Newport Beach ed, in un men che non si dica, abbiamo percorso la deviazione che ci avrebbe portato nel posto dove è stata girata una serie molto famosa nei primi anni 2000: The O.C. Non appena entrati nella cittadina vi renderete conto di quanto siano veri i prototipi raccontati dalla serie tv, concessionarie automobilistiche di lusso, ville, yatch e chi più ne ha più ne metta.

Abbiamo cercato e trovato un parcheggio a pagamento e siamo scesi con l’intento di fare un giretto veloce sul famoso molo di Newport, in effetti qui il clima è meraviglioso, la spiaggia è molto bella, la sabbia è fine e se avete la possibilità di fare un bagno nell’oceano, ve lo consigliamo. Abbiamo camminato per tutto il lungo mare entrando in qualche negozio dove ovviamente abbiamo acquistato qualche souvenir nuovo da aggiungere alla nostra lista.

I riferimenti alla serie tv non mancano, ma non sono nemmeno eccessivamente presenti, in alcuni negozi troverete immagini dei protagonisti, cartoline o magliette, ma la cosa che più ci ha fatto piacere vedere è stata una scritta per terra, probabilmente fatta da una fan di The O.C che recitava “Ryan” con un cuore affianco, per chi non lo sapesse, Ryan è il protagonista principale. Purtroppo il tempo era poco, quindi niente bagno, ma siamo stati comunque contenti di aver avuto un piccolo assaggio di questo posto.

45785110_348750762350342_4261972180411088896_n

Con un po’ di nostalgia e la consapevolezza del ritorno a casa, che pian piano si faceva strada nei nostri pensieri, montiamo nuovamente in macchina e ci rimettiamo sulla strada per Bakersfield. Arriviamo in città intorno alle 19.00 e di nuovo provati dal viaggio, ci facciamo una doccia ed usciamo a cena. Qui facciamo la scoperta di un posto carino dove mangiare, si chiama “Panda Express” ed è un fast-food fusion, il cibo è buono e si può comporre il proprio piatto in diversi modi, scegliendo tra carne, spaghetti, riso ed altro. Ceniamo con molta calma e torniamo in hotel a riposare.

16 giorno > Ultimo giorno a San Diego, questioni pratiche, valigia ed imballaggi

Ultimo giorno a San Diego prima della nostra ultima tappa, ovvero Bakersfield, nella quale abbiamo deciso di fermarci semplicemente per spezzare il viaggio tra San Diego e San Francisco. Come già detto in precedenza, arrivati a San Diego ci si è rotta una valigia, motivo per cui la missione principale di oggi era quella di acquistarne una nuova. Abbiamo cercato un po’ su internet ed abbiamo trovato un posto specializzato in articoli da viaggio dove abbiamo acquistato una valigia molto grande, coscienti dei nostri numerosi acquisti. Il negozio era molto fornito, non solo di valigie ma anche di lucchetti per le stesse, guide turistiche e mappe. Soddisfatti del nostro acquisto, mangiamo un boccone per pranzo e poi ci dirigiamo in un posto simile al nostro Leroy Merlin, consigliatoci da una gentile commessa di SeaWorld, chiamato Home Depot, dove abbiamo acquistato per pochi dollari dello scotch per imballaggio e della carta con le bollicine, per capirci, quella che a tutti noi piace scoppiare istericamente. Sappiamo che sembrerà strano, ma per noi questa giornata è stata molto bella: tornati in hotel abbiamo tirato fuori tutti i nostri acquisti per imballarli nel migliore dei modi in vista del lungo viaggio di ritorno in Italia. Tirare fuori tutti i souvenir ci ha fatto rivivere un po’ tutto il nostro viaggio, dalla fredda San Francisco e l’entusiasmo iniziale, agli Universal Studios dove non abbiamo badato a spese. Dalla Monument Valley ed i suoi sconfinati paesaggi al caldo secco ed esagerato della Death Valley. Questo viaggio è stato caratterizzato da molti acquisti, tutti diversi. Più avanti scriveremo un articolo a riguardo, segnalandovi i posti migliori per tornare a casa con tanti bei ricordi del vostro viaggio.

Biglietti e costi per SeaWorld

I due biglietti principali per il parco sono:

  1. 1-Day: valido per un giorno al costo di 71.99$
  1. 2-Day: valido per due giorni al costo di 91.99$

Per quanto ci riguarda, abbiamo acquistato il biglietto da un giorno perché non avremmo avuto la possibilità di tornare al parco in un secondo momento per questioni di tempo. Il biglietto da due giorni è sicuramente più conveniente, ma probabilmente vi conviene acquistarlo in caso stiate a San Diego per un tempo un po’ più ampio rispetto ai nostri quattro giorni. Il prezzo, in generale, è un po’ alto, ma come avete visto è in linea con tutti gli altri parchi della California e sicuramente non ve ne pentirete. Questo parco è adatto senza dubbio anche ad un pubblico di bambini, ci sono varie attrazioni e giostre dedicate a loro.

15 Giorno > Finalmente a SeaWorld

46051531_2218340701742969_1140907871194578944_nQuest’oggi è destinato totalmente a SeaWorld, un parco a tema in cui vi divertirete veramente tantissimo. Ci svegliamo di buon ora, ma decidiamo di fare colazione all’interno del parco, quindi prenotiamo Uber ed arriviamo dritti a SeaWorld dove facciamo i biglietti, anche qui molto velocemente, ed entriamo. Se desiderate qualche consiglio riguardo ai costi, vi consigliamo di leggere il nostro prossimo articolo. Ogni locale all’interno del parco è a tema marino, alghe e conchiglie fanno capolino anche sullo Starbucks nel quale decidiamo di fare colazione con un enorme cookie, una brioche e due cappuccini.

Qui potrete assistere a vari spettacoli tra cui quello delle orche e quello dei delfini che sicuramente vi divertiranno molto, gli allevatori sono bravissimi, gli animali anche e vi renderete conto dei rapporti instaurati tra loro. 45942156_2315043795236428_4771554081393082368_nCe n’è davvero per tutti i gusti, ai più audaci consigliamo le montagne russe, a quelli come noi, un po’ meno coraggiosi, ci teniamo a consigliare un’attrazione davvero divertente: le rapide. In pratica salirete su un gommoncino sul quale, facendo su e giù, vi bagnerete tantissimo ed urlerete come pazzi. Non mancano gli shops sparsi per tutto il parco dove acquistare qualche souvenir della vostra visita e vari ristoranti in cui mangiare qualcosa durante il corso della giornata.

Prossima tappa: Egitto, la Terra dei Faraoni 🇪🇬

L’idea era di quella di fare un viaggio relativamente breve tra febbraio e marzo, ed alla fine abbiamo scelto come meta l’Egitto. L’idea di essere davanti alle Piramidi è qualcosa che ci affascina e ci incuriosisce parecchio. Eccoci pronti per partire.

Voleremo con AirItaly da Milano Malpensa ed atterreremo al Cairo. Certo, avremmo potuto perderci in un qualche bel resort sul mare, ma ad essere onesti, l’obiettivo era quello di toccare con mano l’Egitto più vero. Le Piramidi, la città del Cairo, il Museo omonimo che, oltretutto, è il più ricco di reperti risalenti all’epoca del’Antico Egitto; e poi la Chiesa Sospesa, i mercati, i colori ed il deserto.

Insomma, per quanto ci riguarda, uno dei posti che stava lì nella lista dei desideri da parecchio tempo.

Partiremo il 14 febbraio e torneremo il 19. A tale proposito, ci affidiamo a voi e, se qualcuno ne avesse voglia, non esiti e darci consigli ed accorgimenti 😊

Per il momento, ci godiamo l’attesa 🐪

Se avete voglia, in quei giorni, di seguirci in modo assiduo, cercateci su Instagram “terracqueo.multapaucis” e date un’occhiata alle IG Stories che saranno aggiornate frequentemente!

Biglietti per lo Zoo di San Diego e costi

I biglietti ed i relativi costi, come in tutti i parchi divertimento della California, sono vari ed includono diverse esperienze.

1-Day Pass: costo 54$ adulti, 44$ bambini dai 3 agli 11 anni. Questo biglietto include un giorno di visita allo zoo e tutte le attrazioni presenti al suo interno, tranne quelle in 4D.

1-Day Pass Plus: costo 60$ adulti, 50$ bambini. Include l’ingresso e la visita al parco ed un’attrazione in 4D a scelta.

2-Visit Park: costo 86.40$ adulti e 76.40$ bambini. Include una visita allo Zoo di San Diego ed una visita al San Diego Zoo Safari.

3-for-1 Pass: costo 149$ adulti e 139$ bambini. Valido per una visita allo Zoo di San Diego, una visito al San Diego Safari Park ed una visiti a SeaWorld.