12 Giorno > Bearizona, Grand Canyon, un po’ di delusione e l’arrivo a Palm Springs

Siamo a Flagstaff, non lontani dal Grand Canyon a cui abbiamo intenzione di dedicare l’intera giornata per poi dirigerci verso Palm Springs. Raccattiamo le nostre cose e scendiamo a fare colazione nell’ampia sala al piano terra, dove troviamo un po’ di tutto, cheerios, marmellate, latte, caffè e succhi di frutta. Finito il pasto prendiamo la macchina ed impostiamo il navigatore verso il Grand Canyon National Park, ma sulla strada evidenziata dal tablet, vediamo esserci un parco chiamato Bearizona ad una trentina di minuti da noi e decidiamo di farci un salto. Ci informiamo un po’ su internet e vediamo che all’interno di questo complesso è possibile fare un safari con la propria macchina tra moltissimi animali.

In effetti, arrivati davanti parco, per fortuna non estremamente affollato, paghiamo un biglietto d’entrata che è di 22$ a testa e ci addentriamo tra moltissimi animali. Vediamo svariate specie tra cui capre delle montagne rocciose, alci, lupi artici, bisonti, orsi bruni e molti altri. La nostra visita non dura molto a causa del poco tempo che abbiamo, ma usciamo dal parco soddisfatti, dopo aver fatto qualche acquisto simpatico allo shop di Bearizona, che è ottimo da visitare se viaggiate con dei bambini. Tenete a mente di dover chiudere i finestrini e non poter assolutamente scendere dalla macchina.DSC_0898 (1) Finalmente pronti per visitare il Grand Canyon, arriviamo al parco ed entriamo. Purtroppo è la prima volta che rimaniamo delusi, il parco è sicuramente molto bello, ma impossibile da visitare con il poco tempo che abbiamo, siamo a South Rim, la parte meridionale del parco e ci rendiamo conto abbastanza velocemente che se andassimo fino a North Rim, dovremmo dormire lì, perché ci allontaneremmo moltissimo da Palm Springs e non potremmo permetterci di guidare per tutte quelle ore. La nostra visita dura un paio d’ore, purtroppo è già tempo di andare, ma vi consigliamo assolutamente di fermarvi a dormire all’interno del parco o comunque di prendervi almeno due giorni per visitarlo tutto, noi siamo certi che prima o poi ci torneremo. Sbagliando si impara.

Un po’ delusi dalla situazione, ci rimettiamo in marcia verso Palm Springs dove arriviamo poco prima delle 19.30, e per fortuna questo hotel ci consola. Qui il clima è insidioso, il caldo, soprattutto ad agosto è poco sopportabile, la temperatura si aggira intorno ai 40 gradi. Non appena troviamo l’entrata dell’hotel, che è un po’ nascosta, parcheggiamo e facciamo il check in. L’ambiente è davvero particolare, le camere sono in legno e dotate di tutti i comfort, la piscina è tiepida e c’è anche un idromassaggio decisamente più caldo della prima. Per oggi non facciamo il bagno in piscina, siamo davvero distrutti quindi ci facciamo un bel bagno in camera, che vi assicuriamo essere un’esperienza fantastica, andiamo a cena e subito a letto.

12 pensieri riguardo “12 Giorno > Bearizona, Grand Canyon, un po’ di delusione e l’arrivo a Palm Springs

    1. Assolutamente sì! Purtroppo, essendo il primo viaggio in America, non abbiamo calcolato benissimo i tempi, ma senza dubbio ci torneremo 🙂

Rispondi