4 giorno > La Reggia di Caserta

a29b4344-5085-4dda-9372-38fac47b17bcPer oggi l’idea era quella di andare al mare, peccato che il tempo sia ancora incerto, tra una proposta e l’altra, decidiamo di andare a Caserta a visitare la famosa reggia, patrimonio dell’Unesco. Da Pompei la distanza non è molta, quindi dopo aver fatto colazione, ci mettiamo in marcia ed andiamo. Tra una nuvola e l’altra ci mettiamo circa tre quarti d’ora e durante il tragitto ci interroghiamo su dove posteggiare la macchina una volta arrivati. Per fortuna il problema non si pone, usciti dalla strada principale troviamo un lungo viale che porta alla Reggia dove parcheggiamo senza problemi e senza pagare nulla, a questo punto scendiamo e camminiamo per circa 300 metri. Già in lontananza ci accorgiamo che la fila si protrae a mo’ di serpentone davanti al piazzale che ospita il monumento, senza fare troppe scene, ci mettiamo in fila e subiamo questo supplizio per una mezz’ora buona. Inutile dirvi che nel momento in cui ci siamo messi in fila è spuntato un sole tanto caldo da farci desiderare l’inverno, sole che ovviamente ci ha abbandonati una volta entrati nella Reggia. Riusciamo finalmente a fare il biglietto d’entrata che costa 12€ intero e 6€ ridotto (fino ai 25 anni) e comprende la visita agli appartamenti storici ed al giardino. Una volta entrati vi consigliamo di fare subito una passeggiata nel giardino, molto grande ed un po’ in salita.

Quando tornerete indietro invece salirete al primo piano ed andrete a visitare gli appartamenti. Purtroppo nel nostro caso gran parte di questi non erano accessibili, ciò che abbiamo visto è stato senza dubbio molto suggestivo, ma ci sarebbe piaciuto vedere di più. La visita potrebbe durare molto, o molto poco, dipende da ciò che trovate aperto e da ciò che vi interessa visitare. Attenzione solo al fatto che il martedì la Reggia di Caserta è chiusa, organizzate quindi la vostra visita un altro giorno della settimana. Dopo tutto il pomeriggio passato tra i giardini e gli appartamenti storici torniamo verso casa e, nonostante di posti dove mangiare non vi sia carenza, scegliamo la pizzeria di due sere fa. La pizza è ancora ottima, ma questa volta stiamo dentro complice il tempo ancora così e così. Abbastanza stanchi dalla giornata torniamo in camera e finalmente, domani si andrà al mare.

5 giorno > Prima giornata di mare a Maiori

Oggi si va al mare, ci svegliamo e scegliamo come località Maiori. Facciamo colazione in quel di Pompei e saltiamo in macchina in direzione spiaggia. La strada che porta da Pompei alle varie località della costiera amalfitana come Maiori, Minori ed Amalfi non è facilissima da percorrere, le curve sono parecchio strette e bisogna fare molta attenzione alle macchine che vengono dall’altro senso, che spesso vanno ad una velocità maggiore rispetto a quella consentita.ca6dc619-11a2-4724-9cc2-a1f5fb759a61

Attenzione a rispettare i limiti, prestate un po’ di accortezza via via che le curve si fanno più strette e utilizzate i fari, soprattutto la sera, per avvisare della vostra presenza prima di ogni curva. Detto questo, la strada che porta alla costiera amalfitana è bellissima, da qui vedrete scorci meravigliosi sul golfo di Napoli, sul Vesuvio e sulle città sottostanti, fermatevi a fare qualche foto nei punti più panoramici e apprezzate tutto ciò che vedrete sul vostro tragitto. Una volta arrivati in costiera scegliete una località e preparatevi a spendere un po’ per il parcheggio e la spiaggia. A differenze degli altri posti, non appena si mette piede in costiera, i prezzi aumentano. E’ normale, non potete pretendere il contrario. Noi abbiamo speso circa 2€ all’ora per il parcheggio, prezzo a nostro avviso nella norma. Una volta lasciata la macchina abbiamo fatto una passeggiata e ci siamo catapultati subito al mare, dove abbiamo affittato due lettini ed un ombrellone spendendo circa 25€. Il caldo da queste parti si fa sentire, non esitate e fatevi un bel bagno tra queste vedute meravigliose.

Gli stabilimenti balneari qui presenti sono quasi tutti provvisti di bar-ristorante e dopo un po’ di bagni e sole abbiamo deciso di mangiare qualcosa. Ci siamo vestiti e siamo saliti al bar dove abbiamo ordinato due panini con prosciutto cotto, semplici e buoni, che abbiamo gustato con il sole negli occhi. Dopo un buon caffè ed un po’ di relax siamo tornati in spiaggia, peccato che da lì a breve sarebbero arrivate un po’ di nuvole che abbiamo comunque sopportato fino a quando non hanno cominciano a buttar giù un po’ d’acqua. In ogni caso ci siamo goduti la giotnata, ma ora è tempo di andare, non intendiamo percorrere la strada con troppa pioggia vista la sua pericolosità, quindi ci mettiamo in marcia e torniamo verso casa. Una volta giunti ci facciamo una doccia veloce per toglierci la salsedine di dosso ed usciamo per cena, mangiamo per strada due panzerotti e come dolce gustiamo un buonissimo gelato in paese. Anche quest’oggi è giunto al termine, e domani vedremo finalmente Amalfi.

6 giorno > Amalfi, il Duomo e la Spiaggia degli Artisti

817b0202-ebef-4953-9778-f3521d7c90a2Siamo un po’ nostalgici oggi, è l’ultimo giorno e domani si parte, ma oggi ci aspetta la spettacolare Amalfi. Dopo una ricca colazione partiamo e percorriamo la stessa strada del giorno prima. Consiglio spassionato: non andate ad Amalfi in macchina. Noi non ne avevamo idea ma Amalfi è super trafficata ed il parcheggio è difficilissimo da trovare, inoltre la strada ad un certo punto diventa parecchio trafficata e vi toccherà andare a passo d’uomo per venti minuti buoni prima di giungere a destinazione. 30391223-1760-476c-885c-cefb2928d16f

Noi siamo arrivati intorno a mezzogiorno e la situazione era davvero critica sia a livello di parcheggio che di traffico. Chiediamo al vigile dove fosse possibile parcheggiare e ci consiglia di procedere in avanti, lasciandoci alle spalle Amalfi e cercando di parcheggiare ai lati della strada. Dopo un’altra ventina di minuti riusciamo a trovare un parcheggio decente e ci fermiamo, prendiamo asciugamani e borse e scendiamo verso la città. Nel corso della nostra passeggiata la nostra curiosità è stata attirata da un cartello con la scritta “Lido degli artisti” dopo la quale c’è un piccola rientranza ed un ragazzo che ci invita a testare la relativa spiaggia. Accettiamo e scendiamo fin giù, la scalinata è molto ripida, ma di una bellezza incredibile e non appena arriviamo alla spiaggia vera e propria ci rendiamo conto che n’è valsa la pena. Senza pensarci due volte affittiamo i due consueti lettini e l’ombrellone per un prezzo pressoché simile a quello del giorno prima e ci sdraiamo.

L’atmosfera è raccolta, a differenza della spiaggia di Maiori, qui siamo un po’ più larghi ed anche il mare ci pare essere più blu. Trascorriamo qui tutta la giornata tra bagni, sole e brevi dormite rilassanti e ci godiamo il mare al tramonto. L’unico neo di questa spiaggia è il fatto che dopo una giornata di vero e proprio relax dovrete sorbirvi la lunga salita per ritornare sulla strada. A questo punto, una volta lasciato il lido, facciamo una mossa azzardata: Amalfi dista un po’ di chilometri, prendiamo la macchina e proviamo a scendere in centro. Per fortuna, a quest’ora troviamo parcheggio e riusciamo a posizionarci proprio a pochi passi dal Duomo. Anche qui la cifra non è bassissima, si tratta di circa 4€ all’ora, ma non avremmo potuto fare diversamente. Lasciamo l’auto ed entriamo in città, sulla destra c’è il famoso Duomo di Amalfi che vi troverete a fissare per parecchi minuti. La struttura è imponente e sarete senza dubbio stregati dalla magia di questo posto. La sera, grazie al colore dorato, sembra quasi che brilli e non potrete fare a meno di salire fin su e fare qualche foto dall’alto.711ecb09-6cbd-49b4-aeaf-e2682a8aafb4

Da qui inizia la nostra visita ad Amalfi, il centro è costellato di negozi e botteghe dal sapore antico, tanta gente, tanti scorci meravigliosi, tanti ristoranti. Decidiamo di cenare proprio affianco al Duomo, purtroppo dentro perché fuori non c’è più posto. Dopo cena ci incuriosisce un negozio di liquori molto carino, entriamo subito ed usciamo con una bottiglia di limoncello ed un’altra di crema al pistacchio, non preoccupandoci minimamente del fatto che nel bagaglio a mano non avremmo potuto portare nulla di tutto ciò. Fortunatamente domani, il giorno della partenza, la gentile proprietaria del nostro b&b si offrirà di spedire a nostre spese il pacco con i nostri acquisti. La serata volge al termine e mentre torniamo verso la macchina ci lasciamo alle spalle l’antica Repubblica Marinara. 6396389b-3369-4bbd-95e1-1012aeacfd7d

BON WEI: buonissimo ristorante cinese a Milano

Risultati immagini per ristorante bon wei milano
Foto dal Web

Avete presente quei ristoranti cinesi un po’ dozzinali, che fanno pizza, pasta, ravioli al vapore, carne di dubbia provenienza, il tutto in locali poco puliti o estremamente anti estetici? Dimenticateli. Vi stiamo per introdurre uno dei ristoranti più belli ed intimi della città. Questo locale si trova in zona Cimitero Monumentale, in una via non tipicamente nota dei classici itinerari culinari milanesi, ma siamo certi che lo apprezzerete.

La luce soffusa e l’arredo tipicamente asiatico renderà la vostra cena romantica e raffinata, i piatti, sia di carne che di pesce, sono tutti gustosi e composti da ingredienti di alta qualità. Una delle cose che più vi colpirà dei vostri piatti sarà la cura estetica e l’attenzione ad ogni minimo dettaglio. Ci teniamo a comunicarvi che non è un ristorante a buon mercato, potreste spendere dai 30€ ai 60€ a testa se ordinate una buona bottiglia di vino, ma sicuramente uscirete dal locali sazi e di buon umore.

Risultati immagini per ristorante bon wei milano
Foto dal Web
Risultati immagini per ristorante bon wei milano
Foto dal Web

L’isola dei sapori: ottimo ristorante di pesce a Milano

Ci troviamo nel centro di Milano, in particolare in Via Anfossi, nei pressi di Piazza Cinque Giornate. In questa via troverete un ristorante di pesce che vi piacerà moltissimo. Il nome del locale “L’isola dei Sapori” è davvero azzeccato, il menu è ampio ed il pesce è sempre freschissimo.

Partendo dall’antipasto ed arrivando al dolce, gusterete ottimi piatti a base di pesce di altissima qualità. Vi consigliamo in particolare gli spaghetti con le vongole o le linguine all’astice. Come secondo piatto non fatevi mancare un buonissimo filetto di tonno alla piastra accompagnato da pomodorini sardi e rucola; oppure un ottimo fritto misto. Questo è uno di quei ristoranti in cui mangiare il fritto misto non vi appesantirà poi molto, la pastella è molto leggera e l’olio non è eccessivo, come spesso accade. Non dimenticatevi il dolce, perché in questo posto avrete la possibilità di gustare i dessert del Maestro Ernst Knam, il re del cioccolato dal quale il ristorante si rifornisce.

Infine, se avete voglia di qualcosa di fresco, non perdetevi il sorbetto al mango, saporito e rinfrescante, che concluderà la vostra cena nel migliore dei modi.

L’Isola dei Sapori: Via Augusto Anfossi, 10. Milano

Perché fare un viaggio on the road in Grecia?

20748314_1920765194849241_6173631409542851675_o
Tramonto a Monemvasia

Un viaggio in Grecia, a differenza di uno negli Stati Uniti, non è obbligatoriamente da fare su strada.

Spiegandoci meglio, come già detto in altri post, il viaggio on the road permette al viaggiatore di entrare nel vivo di un territorio, si possono fare tappe intermedie dove e quando si vuole, ci si può fermare a mangiare ovunque, a fare una foto in un paesino sperduto tra i monti o a fare un bagno in un caletta trovata per caso. Detto questo, la Grecia, come tanti altri paesi, si può affrontare anche diversamente. Non c’è solo la possibilità di rimanere nell’entroterra o sulla costa, si potrebbe decidere di fare un tour delle isole più turistiche e dotate di aeroporto, oppure di raggiungere quelle meno conosciute e fare qualche tratto attraversando il Mar Egeo tramite traghetto. Insomma, la Grecia offre davvero mille possibilità, ce n’è per tutti i gusti. Questa meravigliosa terra è stata spesso la nostra meta vacanziera estiva, per cui, ve ne parleremo lungamente.

 

Buona lettura

Ristoranti e Fast Food da non perdere sulle strade americane

Se decidete di fare un on-the-road come il nostro, sia che che voi seguiate il nostro itinerario, sia che decidiate di cambiare qualche tappa secondo le vostre esigenze, vi troverete a dovervi fermare ogni tanto per uno spuntino veloce. Le distanze, come spesso abbiamo scritto in questa serie di articoli dedicati al nostro on-the-road americano, sono parecchio ampie e sentirete l’esigenza di fare alcune soste. In questo articolo vogliamo parlarvi di alcuni ristoranti e fast food dove mangiare bene e non spendere molto. Iniziamo!

Panda Express

Risultati immagini per panda express usa
Foto dal Web

Questa è un’altra catena parecchio frequente negli Stati Uniti, ve la consigliamo perché a differenze dei classici McDonald’s e Burger King, qui potrete gustare qualcosa di diverso dai soliti hamburger con patatine. E’ un fast food asian fusion dove potrete mangiare spaghetti di soia o riso, pollo con mandorle o con salsa agrodolce, riso, biscotti della fortuna e verdure. Insomma, rimane sempre un fast food, quindi non aspettatevi cibo sano e bilanciato, ma se avete bisogno di fermarvi e volete evitare il cibo spazzatura americano, optate per il cibo spazzatura asiatico 🙂 Almeno cambierete un po’!

Risultati immagini per panda express usa
Foto dal Web

 

Jack in The Box

Risultati immagini per jack in the box
Foto dal Web

Anche Jack in The Box è un fast food, ma personalmente, l’abbiamo trovato più buono e di qualità rispetto ai soliti. Potete scegliere tra vari menù che troverete al di sopra del bancone, come di consueto, servono anche caffè e qualche dolce come le frittelle americane con sciroppo d’acero. Jack in The Box pare sia un’istituzione negli Stati uniti, lo troverete ad ogni angolo di strada, soprattutto in autostrada ed è il luogo adatto per fare una breve sosta e mangiare qualcosa.

 

. Thunderbird Restaurant

Risultati immagini per thunderbird restaurant utah
Foto dal Web

Questo è uno dei ristoranti più carini che abbiamo trovato negli Stati Uniti, noi ci siamo stati quando, da Las Vegas, siamo partiti alla volta della Monument Valley. Il viaggio in macchina sarebbe durato più di cinque ore, siamo passati dallo Zion National Park e dopo dopo abbiamo trovato questo posto e ci siamo fermati per pranzo.  All’interno vedrete targhe, cartelli in pure stile americano, camerieri gentili e simpaticissimi ed ottimi hamburger di qualità.5ab19fec-8b72-4c11-9cb6-4dc71fb42565

Risultati immagini per thunderbird restaurant utah
Foto dal Web

L’indirizzo è East Zion Junction, Highway SR 9 & US 89 Mount Carmel Junction, Utah 84755

Inoltre qui vicino, attraversando la strada, troverete un negozio molto carino chiamato White Mountain Trading Post in cui acquistare qualche bellissimo ricordo.

 

 

Voli e trasporti dall’Italia

Partite dal presupposto che a luglio ed agosto, a patto che non decidiate di andare in posti davvero poco turistici, i costi dei biglietti aerei possono davvero lievitare, nonostante si voli in Europa.

Scegliere come meta una destinazione poco turistica non è necessariamente la soluzione per risparmiare qualcosa, talvolta le isole meno battute non hanno aeroporti, quindi vi trovereste a spendere di più facendo scalo ad Atene e dovendo viaggiare verso la vostra meta prendendo un traghetto. Siamo comunque dell’idea che l’esperienza via mare, almeno una volta, vada fatta. Il mar Egeo ha colori meravigliosi ed un viaggio di due o tre ore non sarà per nulla stancante, posizionatevi all’aperto e godetevi il panorama. Il nostro consiglio, che prendiate un volo o una nave, rimane quello di prenotare con un minimo di anticipo, non sei mesi, ma nemmeno due settimane, provate a fare tutto circa un mese e mezzo prima. In ogni caso, facendo una media e ripensando a tutte le volte che abbiamo volato su Atene in periodo di alta stagione, spenderete  tra i 160/180€ ai 300€. Lo sappiamo, può essere scoraggiante, ma credeteci quando vi diciamo che risparmierete moltissimo su altre cose.

Per quanto riguarda i traghetti potete vagliare varie possibilità. Potete decidere di partire dall’Italia direttamente in nave da varie città, come Ancona, Brindisi e Venezia, in questo caso potreste spendere dai 150€ ai 250€ a testa. In caso preferiate arrivare ad Atene in aereo e spostarvi poi in qualche isola tramite traghetto, le tariffe saranno più basse, viaggiando nella stessa nazione, le compagnie sono Anek Superfast, Minoan Lines, Ventouris Ferries, European Seaways o Grimaldi Lines. Attenzione alle destinazioni turistiche, un traghetto da Atene a Santorini o a Mykonos potrebbe costarvi come se partiste dall’Italia.

Negozi da non perdere a San Francisco

. Wilder West SF

Pier 39, San Francisco, CA 94133, Stati Uniti

img_8403-medium
Foto dal Web

Questo negozio è un must a San Francisco, è veramente stupendo. Vende tutto ciò che rispecchia appieno l’immaginario del vecchio West. Troverete stivali da cowboys, gilet, giacche, camicie e tantissime altre cose. Fateci un giro 🙂

 

. The Shell Cellar

39 Pier 39 Ste. 232, San Francisco, CA 94133, Stati Uniti

o
Foto dal Web

Anche questo è un negozio davvero molto carino, qui troverete tantissime conchiglie, coralli, perle ed altri oggetti provenienti dal mare. I prezzi non sono altissimi, quindi potete sbizzarrirvi ed acquistare qualcosa di davvero molto particolare.

 

. The SF Sock Market

Beach St, San Francisco, CA 94133, Stati Uniti

Pensate che questo negozio è dedicato interamente ed esclusivamente ai calzini, come si può evincere facilmente dal nome. Ne troverete per tutti i gusti, per tutte le età, in tanti materiali e colori. Inoltre è un facile compromesso per fare un regalo non troppo costoso, ma molto particolare.

 

.  Lefty’s San Francisco. The Left Hand Store

San Francisco, California 94133, Stati Uniti

23cbc47aea4dc7f2a095394e5baa4c99
Foto dal Web

Questo negozio ha dell’incredibile: in pratica qui troverete tutto, davvero tutto, per i mancini. Questo significa che se, per esempio, utilizzate una tazza che comprate qui dentro con la mano destra vi si rovescerà il contenuto completamente addosso. Anche in questo caso ve lo consigliamo per qualche regalo particolare ad un vostro amico o famigliare, ne resterà sicuramente stupito!

 

Costo di una macchina a noleggio in Grecia

Anche, anzi soprattutto, in questo caso, la questione “anticipo” gioca un ruolo decisivo. Ormai ci sono tantissime compagnie di autonoleggio che offrono la possibilità di prenotare un veicolo, anche con largo anticipo, con la cancellazione gratuita fino al giorno prima, massimo una settimana. Questo significa che se decidete di cambiare meta, di cambiare le date di prenotazione o di cancellare la vacanza, non pagherete assolutamente nulla.

Vi consigliamo vivamente questa procedura, perché possiamo assicurarvi che arrivare ad agosto, nel pieno dell’alta stagione, e pensare di prenotare una macchina a poche centinaia di euro senza preavviso, potrebbe rovinarvi il viaggio. Anche in questo caso i prezzi variano molto: prenotando con anticipo di un mese e mezzo/due, potreste trovare opzioni di noleggio tra i 25€ ed 40€ al giorno, un prezzo abbastanza competitivo, che vi permetterà di guidare per una ventina di giorni spendendo circa 500€/600€. Basandoci sulla nostra esperienza, possiamo dirvi che non ci è mai servita una carta di credito per prenotare una macchina in Grecia, con le carte prepagate dovreste cavarvela senza problemi, inoltre non ci è mai stata richiesta la cauzione, ma anche qui dipende molto dalla compagnia con la quale prenotate il veicolo. Grandi agenzie con Hertz o Sixt, probabilmente vi chiederanno sempre carta di credito e cauzione, ma in Grecia ce ne sono moltissime che non richiedono nulla di tutto questo, quindi se spulciate un po’ il web, sicuramente troverete quella che fa al caso vostro. Noi personalmente non abbiamo avuto bisogno di carta di credito con la compagnia EuropeoCars, eccovi il link: www.europeocars.com

Fate sempre e comunque attenzione, guardate bene la schermata in fase di prenotazione e chiedete se avete dubbi, le regole possono cambiare da un giorno all’altro.