Voli e trasporti dall’Italia

Partite dal presupposto che a luglio ed agosto, a patto che non decidiate di andare in posti davvero poco turistici, i costi dei biglietti aerei possono davvero lievitare, nonostante si voli in Europa.

Scegliere come meta una destinazione poco turistica non è necessariamente la soluzione per risparmiare qualcosa, talvolta le isole meno battute non hanno aeroporti, quindi vi trovereste a spendere di più facendo scalo ad Atene e dovendo viaggiare verso la vostra meta prendendo un traghetto. Siamo comunque dell’idea che l’esperienza via mare, almeno una volta, vada fatta. Il mar Egeo ha colori meravigliosi ed un viaggio di due o tre ore non sarà per nulla stancante, posizionatevi all’aperto e godetevi il panorama. Il nostro consiglio, che prendiate un volo o una nave, rimane quello di prenotare con un minimo di anticipo, non sei mesi, ma nemmeno due settimane, provate a fare tutto circa un mese e mezzo prima. In ogni caso, facendo una media e ripensando a tutte le volte che abbiamo volato su Atene in periodo di alta stagione, spenderete  tra i 160/180€ ai 300€. Lo sappiamo, può essere scoraggiante, ma credeteci quando vi diciamo che risparmierete moltissimo su altre cose.

Per quanto riguarda i traghetti potete vagliare varie possibilità. Potete decidere di partire dall’Italia direttamente in nave da varie città, come Ancona, Brindisi e Venezia, in questo caso potreste spendere dai 150€ ai 250€ a testa. In caso preferiate arrivare ad Atene in aereo e spostarvi poi in qualche isola tramite traghetto, le tariffe saranno più basse, viaggiando nella stessa nazione, le compagnie sono Anek Superfast, Minoan Lines, Ventouris Ferries, European Seaways o Grimaldi Lines. Attenzione alle destinazioni turistiche, un traghetto da Atene a Santorini o a Mykonos potrebbe costarvi come se partiste dall’Italia.