7 giorno > L’emozionante Museo Santuarios Andinos

Dopo la lunga visita al Monastero di Santa Catalina, la nostra giornata si conclude al Museo Santuarios Andinos. Non appena entrerete in questo posto, vi renderete conto che l’atmosfera ridente e festosa di Arequipa, subisce qualche cambiamento. Il principale motivo è la presenza della Mummia Juanita. E’ proprio qui, in questo museo, che è conservata una delle più emozionanti, struggenti e misteriose storie dell’impero Inca. Nel 1995, sul Monte Ampato, venne scoperto un corpo congelato di una ragazza Inca di circa quattordici anni. Il corpo, secondo gli esperti, risale al 1450 circa, nonostante ciò, è meravigliosamente conservato grazie al ghiaccio dell’ambiente circostante. Non vedrete uno scheletro, ma un vero e proprio corpo con tanto di tessuti, capelli, denti, vestiti ed oggetti sacri. Non è semplice rimanere indifferenti alla vista della Mummia Juanita, si tratta di una bambina, sostanzialmente, sacrificata agli dei e lasciata a morire congelata all’interno di un ghiacciaio.

onvUVPtVBa17ufrrLpzF1fzb
Mummia Juanita, foto dal Web

Quello che, però, dovete considerare è che per la cultura del tempo, questi sacrifici rappresentavano un onore per la persona in questione e per la sua famiglia. Essere scelta tra il popolo per essere sacrificata non era un castigo, bensì un modo per avvicinarsi alle divinità e rendere onore al proprio popolo, alla propria cultura ed alla propria famiglia. Inoltre le ragazze che subivano questa sorte erano, in un certo senso, preparate al tutto: fin da piccole venivano scelte in base a delle particolari caratteristiche che le rendessero idonee per il sacrificio. Entrare in questo museo è stato parecchio emozionante, nonostante la presenza di reperti storici di sicura importanza e ritrovamenti archeologici di ogni tipo, la Mummia Juanita rimane la principale attrazione per chiunque entri. Il consiglio che possiamo darvi è quello di non avvicinarvi troppo se siete facilmente impressionabili, il corpo è tenuto in una teca di vetro, ma più ci si avvicina, più i particolari prendono forma. Inoltre, se potete, cercate di tenere un comportamento corretto e rispettoso, non urlate e tenete un tono di voce bassa per rispetto del contesto, del luogo e della situazione.

Non perdetevi questa visita per nulla al mondo, non ve ne pentirete!