13 giorno > Le Saline di Maras e le rovine di Moray

2008da9c-d445-475b-973f-4bb3a1269bc0
Saline di Maras

Buongiorno ragazzi 🙂 anche oggi ci aspetta una giornata pienissima di impegni, tappe ed emozioni. La sveglia suona intorno alle nove e per le dieci siamo pronti ad uscire. Abbiamo fatto colazione in albergo per non perdere altro tempo fuori. A questo punto scendiamo in piazza e cerchiamo un taxi che, per un prezzo ragionevole, ci porti a Maras, a Moray e poi nuovamente a Cusco. Dopo varie richieste di prezzo e qualche tassista che ha alzato un po’ i costi, abbiamo trovato una buona proposta: 70 Soles per tutte le nostre tappe ed il ritorno in città.

Tutto sommato, anche 100 Soles non sarebbero stati eccessivi, ma essendo a fine vacanza, abbiamo provato a risparmiare qualcosina di più. Finalmente ci mettiamo in marcia e la nostra prima tappa sono le Saline di Maras.

Saline di Maras: Il viaggio non dura molto, si tratta di una quarantina di minuti su una meravigliosa strada panoramica con vedute pazzesche sulla Valle Sacra, ne è valsa la pena anche solo per questo. Arrivati a destinazione, ci mettiamo in fila, che per fortuna è molto scorrevole, ed entriamo nel sito. Non possiamo far altro che consigliarvi quasi obbligatoriamente questa visita: il panorama è veramente unico, le foto ed i video che potrete fare qui non rendono giustizia alla bellezza reale del luogo. Le Saline meritano davvero, ed una delle cose più belle è ammirare la differenza cromatica tra il paesaggio circostante e queste pozze color panna. Ovviamente, sono saline artificiali, e pare che fossero in funzione addirittura già nel periodo Inca, il sale è il risultato dell’evaporazione dell’acqua grazie al sole che qui è spesso forte e limpido. La vista da quassù è davvero impressionante ed il tutto è reso ancora più bello dalla presenza di piccole bancarelle che si snodano lungo tutta la lunghezza del sito. Qui troverete moltissimi prodotti a base di sale, come il cioccolato, ma non faticherete a trovare sale colorato proveniente proprio dalle saline.

Sito archeologico di Moray: dopo l’emozionante visita a Maras, ci mettiamo in marcia per arrivare a Moray, un famoso sito archeologico nelle vicinanze. Il complesso è immenso e questo lo rende davvero bello ed interessante. Si tratta di una serie di terrazzamenti circolari concentrici, fotografati per la prima volta nel 1961 da due piloti della Marina Militare degli Stati Uniti. I primi scavi archeologici, invece, iniziarono nel 1994 grazie all’archeologo americano John Rowe. I terrazzamenti sono davvero molto ben organizzati e facilmente visitabili. Vi consigliamo vivamente di fare tutto il giro del sito che, oltre ad essere sicuro grazie ad un sentiero pedonale, vi permetterà di vedere tutti gli scorci possibili. Si dice che la funzione delle figure circolari sia, in primis, l’attività agricola, anche se sono state fatte ipotesi anche su possibili scopi religiosi o di sacrificio agli dei.

Un pensiero riguardo “13 giorno > Le Saline di Maras e le rovine di Moray

Rispondi