Treno per Aguas Calientes: compagnie, consigli, prezzi e Pro e Contro

385fb66e-d27a-4fd7-a465-6307fea4e4c5

Negli scorsi articoli vi abbiamo parlato di quelli che sono i vari modi per raggiungere Aguas Calientes da Cusco. Oggi, invece, vi raccontiamo quella che è stata la nostra esperienza, l’opzione che abbiamo scelto, i pro ed i contro della stessa e le impressioni riguardo al viaggio per Aguas Calientes.

Noi abbiamo deciso di prendere il treno perchè non ci sentivamo pronti per l’Inca Trail, come già espresso precedentemente, serve un minimo di allenamento al trekking, che purtroppo noi non abbiamo. Inoltre il cammino Inca si aggira tra i due ed i quattro giorni, e noi non avevamo il tempo necessario per agire in questo senso. A questo punto, la scelta era tra il pullman da Cusco e breve trekking da Hidroelectrica ed il treno. Abbiamo scelto la seconda opzione perchè eravamo davvero molto curiosi di vivere quest’esperienza, il treno conferisce un tono un po’ nostalgico e magico ai viaggi, quindi abbiamo deciso di vivere il nostro arrivo ad Aguas Calientes in questo modo.

Abbiamo utilizzato la compagnia IncaRail, non tanto perchè l’abbiamo preferita all’altra, semplicemente ne avevamo sentito parlare bene ed abbiamo scoperto solo dopo l’esistenza di PeruRail. Dobbiamo dire che ci siamo trovati molto bene, l’organizzazione è puntuale e precisa, non lasciano nulla al caso ed i prezzi sono più o meno gli stessi di PeruRail.

Le opzioni che offre IncaRail sono le seguenti:

  • “The Private Machu Picchu Train”: questo treno panoramico offre la possibilità a voi ed ai vostri compagni di viaggio di vivere un’esperienza totalmente privata. A bordo della carrozza, infatti, ci sarete solo voi e le persone che viaggiano insieme a voi. Verranno offerti a bordo alcuni pasti accompagnati da vino rosso o bianco, oltre allo champagne di benvenuto, il tutto accompagnato da musica tipica dal vivo. Inoltre, incluso nel prezzo, ci sarà il trasporto da Aguas Calientes al Machu Picchu. Prezzo: oltre i 250 dollari americani, ma i prezzi oscillano parecchio in base a periodo e disponibilià
  • “The First Class Machu Picchu Train”: questo treno si differenzia dal precedente solo per quanto riguarda i passeggeri, se prima avreste viaggiato privatamente solo con i vostri amici, ora il viaggio sarà condiviso con altri turisti. I servizi, invece, rimangono gli stessi. Prezzo: circa 200 dollari americani solo andata
  • “The 360 Machu Picchu Train”: con questo tipo di treno avrete diritto a vagoni panoramici ed una box lunch con un panino e qualche stuzzicheria. Prezzo: circa 95 dollari americani solo andata
  • “The Voyager Machu Picchu Train”: quest’ultima opzione prevede, oltre che i vagoni panoramici, una bevanda calda servita a bordo e degli snack.Prezzo: circa 87 dollari americani solo andata

Onestamente, a patto che voi non abbiate un budget illimitato, il treno privato e la prima classe li troviamo abbastanza eccessivi. Certo, questi viaggi avranno qualcosa di diverso rispetto al 360 o al Voyager, ma sempre treni sono e se volete vivere l’esperienza a bordo di questo mezzo, probabilmente non vi cambierà molto prendere l’uno o l’altro. I prezzi dei primi due sono parecchio alti e considerateli solo per l’andata e per una sola persona, quindi il tutto è raddoppiato. Potremmo dire che il 360 ed il Voyager, invece, se la battono. I prezzi, anche in questo caso, non sono proprio bassi, ma purtroppo visitare il Machu Picchu non è a buon mercato e queste sono le uniche spese un po’ eccessive che sosterrete durante il vostro viaggio in Perù. Essendo la differenza di prezzo tra 360 e Voyager abbastanza irrisoria, vi consigliamo di preferire il Voyager per usufruire di qualche servizio in più.

In ogni caso, per risparmiare qualcosina, considerate che potete tranquillamente prenotare un tipo di treno all’andata, ed un altro al ritorno, quindi se avete proprio voglia di viaggiare in First Class all’andata, potreste considerare l’idea di prendere il Voyager per il ritorno.

Noi, per esempio, abbiamo preso il 360 per l’andata ed il Voyager per il ritorno, in modo tale da non spendere cifre da copogiro, ma goderci il viaggio.

 

 

Rispondi