Sibiriaki: assaggiare la cucina russa a Torino

Torino è una città legata alle tradizioni, ce lo si aspetta camminando attraverso le sue vie strette e straripanti di palazzi d’epoca e musei straordinari, ma forse non sapete che, anche a Torino, si può trovare un pezzetto di Russia. Abbiamo visitato questa città poche settimane fa, ci aspettavamo cucina tipica, d’ispirazione piemontese, ed invece abbiamo provato per la prima volta in vita nostra la cucina russa.

Oggi vi parliamo del Sibiriaki, un ristorante nato a Torino nel 2001, “una scommessa vincente”, come dicono Alisia e Stefano, coloro che ci hanno accompagnato durante la nostra cena sovietica! Se la cucina è importante, è anche vero che la prima caratteristica che si nota quando si entra in un ristorante è la location. Anche in questo caso non siamo rimasti delusi, sembra davvero di stare in Russia, l’atmosfera è romantica e soffusa, le tappezzerie ricordano le vecchie repubbliche sovietiche ed ogni dettaglio è curato nei minimi particolari. Le sale sono caratterizzate da mattoni e legni massicci che contribuiranno a rendere la vostra esperienza semplicemente perfetta, il tutto condito ed accompagnato da deliziosa musica popolare.

Non temete, questo ristorante non offre solo cucina particolare e ricercata, siamo certi che ognuno di voi troverà i suoi sapori prediletti, tra carne, pesce, pasta e verdure. Ora, però, vi sveleremo il più bel segreto del Sibiriaki: non solo potrete cimentarvi per la prima volta nella cucina russa, ma avrete la possibilità di assaggiare tantissimi tipi di Vodka. Se, come noi, non siete degli esperti conoscitori di questa bevanda, non createvi problemi, Stefano ed Alisia sono pronti ad aiutarvi ed a consigliarvi i migliori abbinamenti. Purtroppo noi non siamo dei grandi bevitori, la Vodka richiede allenamento, quindi non esagerate! Qui non solo mangerete bene, ma entrerete nel vivo delle antiche tradizioni. Uno degli esempi di cui dobbiamo obbligatoriamente parlarvi è il Gran Piatto Sibir, che riporta in voga l’antico uso della cucina sugli scudi dell’esercito di Gensis Khan.

Per quanto riguarda gli antipasti, non potete perdervi i bignè di caviale, di storione e salmone, accompagnati dalla vodka Beluga e l’aringa con cipolla caramellata, in assoluto uno dei piatti che abbiamo preferito. Tra i nostri prediletti annoveriamo anche i Pel’meni ed i Vareniki, i primi sono agnolotti di carne conditi con salsa Smetana, una prelibatezza a base di panna acida. I secondi, invece, rappresentano una delle proposte vegetariane del Sibiriaki e sono dei ravioli ripieni di ricotta serviti con salsa ai frutti di bosco e profumo di menta. Essendo amanti della carne, in tutte le sue sfaccettature, abbiamo assaggiato il famoso Strogonov, ovvero un sottofiletto di Fassone flambato con patate (buonissime) e salsa Smetana alla senape. Per non farci mancare nulla, abbiamo diviso un dolce, per il quale rimane sempre un posticino: in questo caso abbiamo scelto la selezione di cioccolatini, ve ne porteranno quattro di diversi gusti tra cui zenzero, caffè, rosa e cannella.

Dirvi che siamo usciti dal Sibiriaki soddisfatti è dire poco, assaggiare la cucina russa è stato un po’ come intraprendere un piccolo viaggio durante la nostra permanenza a Torino, abbiamo apprezzato ogni cosa di questo ristorante. Un ringraziamento speciale è indirizzato ad Alisia e Stefano, due persone deliziose che ci hanno consigliato per il meglio, rendendo la nostra cena indimenticabile.

Ecco a voi il sito web del Sibiriaki, andate a sbirciare i loro piatti 🙂

Rispondi