Immergersi nelle piscine geotermali di Landbrotalaug

Landbrotalaug

Buongiorno lettori, con questo articolo vogliamo raccontarvi di una delle esperienze più rilassanti e romantiche che abbiamo vissuto in Islanda. Vi abbiamo parlato della Penisola di Snaefelsness, dei vari luoghi che abbiamo esplorato, ma non vi abbiamo ancora raccontato di Landbrotalaug. Ci troviamo in un posto assolutamente sperduto e lontano da tutto, nonostante i turisti lo conoscano, è ancora un luogo dove la natura è rigogliosa e selvaggia. Si tratta delle piscine naturali di Landbrotalaug, dove potrete immergervi al caldo e trascorrere una serata con la sola compagnia delle pecorelle che vivono qui intorno.

Siamo arrivati qui verso le 18.30 e mai scelta fu più azzeccata, è senza dubbio uno degli orari migliori per immergersi, l’aria si fa man mano più fresca ed il contrasto con i 38 gradi dell’acqua è veramente rigenerante. Le piscine sono più di una, è possibile immergersi in quella più grande insieme a tanti altri turisti, o spostarsi leggermente più in là, dove troverete una pozza a misura di coppia. Si tratta di una piccola piscina dall’ampiezza di poco più di un metro, dove l’atmosfera è leggera e delicata, pronta ad accogliervi nella sua acqua geotermale. Ricordate che qui non ci sono strutture per turisti, quindi dovrete cambiarvi all’aperto, vi basterà mettervi il costume sotto i vestiti e portarvi degli asciugamani che vi serviranno per coprirvi una volta riemersi. Vi consigliamo il tramonto che regala dei colori veramente spettacolari e, nonostante i pronostici, abbiamo trovato davvero poca affluenza.

Landbrotalaug

Arrivare a Landbrotalaug è semplicissimo, vi basterà impostare il navigatore che vi porterà a virare a destra verso una strada secondaria che nel giro di pochi minuti vi trasporterà davanti ad un piccolo parcheggio destinato ai visitatori. Da qui, in pochi passi sarete arrivati e potrete godervi l’esperienza a tutto tondo non preoccupandovi più di nulla.

Vi diamo qualche piccolo consiglio per vivere al meglio Landbrotalaug. La temperatura dell’acqua, come già precedentemente accennato, si aggira intorno ai 38 gradi, questo comporta un forte contrasto con l’esterno, dove ci saranno magari 10-15 gradi, quindi non esagerate e non state a mollo per ore, appena cominciate ad avvertire un lieve mal di testa, uscite, eventualmente aspettate un po’ fuori e rientrate nella pozza dopo alcuni minuti. Il calore non è l’unico aspetto che potrebbe darvi qualche problema, si tratta di piscine naturali, dove l’odore di zolfo, sebbene non tanto forte quanto in altri luoghi, si fa sentire. Ricordate che lo zolfo è tossico, ovviamente non vi accadrà nulla in così piccole dosi, però badate bene a cosa vi dice il vostro corpo: se cominciate a non sentirvi troppo bene, uscite e fate due passi. Inoltre, vi consigliamo di togliervi tutti gli oggetti di d’argento con cui siete soliti farvi docce o bagni al mare, noi non ne eravamo a conoscenza, ma una volta usciti ci siamo accorti che tutti i nostri gioielli erano diventati neri, fortunatamente nel giro di pochi giorni senza usare alcun prodotto specifico, sono tornati normali, però nel dubbio, toglieteli prima di entrare per non rischiare di rovinare oggetti ai quali siete affezionati. Per il resto godetevi Landbrotalaug ed ammirate i meravigliosi panorami che solo questo luogo saprà regalarvi!

2 pensieri riguardo “Immergersi nelle piscine geotermali di Landbrotalaug

Rispondi