Dove dormire a Boulders Beach: Tintswalo at Boulders

Boulders Beach

Buongiorno lettori, il nostro viaggio in Sudafrica è durato tanto, è stato molto intenso ed anche estremamente divertente. Vero è che, quando i viaggi vanno a ritmi così sostenuti, è bene fermarsi, rilassarsi e godersi il luogo in cui si è.

Abbiamo girato la Penisola del Capo in lungo e in largo, ed abbiamo deciso di fermarci a dormire a Boulders Beach. La motivazione della nostra scelta è dovuta al fatto che, questa tappa, per noi, era assolutamente imprescindibile. Non avremmo mai potuto visitare il Sudafrica, senza incontrare una delle più famose colonie di pinguini africani presenti sul territorio. La maggior parte delle persone visita la Penisola del Capo in giornata da Cape Town. A nostro avviso, invece, viversi la Penisola ed alloggiarci, è il modo migliore per apprezzarla.

Nell’ottica di ciò che vi abbiamo appena detto, ci teniamo molto a consigliarvi di dormire al Tintswalo at Boulders. Si tratta di una guesthouse meravigliosamente comoda, arredata con gusto e con calore, dove il relax è assolutamente al primo posto. Siamo arrivati in serata, dopo la visita al Parco Nazionale del Capo di Buona Speranza e siamo stati accolti in una location davvero da favola, poco prima di cena.

Dopo un breve sopralluogo in stanza, anch’essa molto bella, abbiamo cenato in struttura ed abbiamo mangiato davvero molto bene. La sala dove si tiene la cena è estremamente accogliente, romantica al punto giusto ed intima quanto basta. Il panorama circostante sull’oceano è davvero emozionante e le portate sono una più succulenta dell’altra, con un bel camino acceso alle spalle degli ospiti.

Dobbiamo confessarvi che, nonostante l’atmosfera molto rilassante, la giornata è stata estremamente impegnativa, quindi in breve tempo ci siamo rifugiati in camera, il che ci ha dato la giusta carica per affrontare la giornata successiva. Le camere qui sono davvero il pezzo forte. Il letto è comodissimo, gli spazi sono ampi e ben calibrati, i colori creano un’atmosfera del tutto tipica ed il bagno è spaziale. Ogni stanza, inoltre, ha un terrazzino in legno sul quale ci si può sedere e godersi la tranquilla aria serale. Uno dei fiori all’occhiello di questo posto è stata la vicinanza con Boulders Beach, che si trova a due minuti a piedi, ma sopratutto la Penguin Gate!

Penguin Gate, Tintswalo at Boulders

Cos’è questa Penguin Gate? All’arrivo in camera noterete una chiave che vi porterà direttamente dai pinguini! La vicinanza della struttura è talmente tanta, che dalla propria camera è possibile accedere, tramite una passerella in legno, ad una parte della colonia di pinguini che ha reso la zona così tanto famosa. Nel momento in cui ci siamo accorti di questa possibilità, non possiamo negarvi, che abbiamo reagito come dei bambini al parco giochi, ripromettendoci che saremmo passati dalla Penguin Gate la mattina seguente, poco dopo il nostro risveglio.

Abbiamo trascorso la notte serenamente e al caldo, ed il nostro risveglio è stato dolce, davvero molto dolce. Siamo saliti al piano superiore a fare colazione, e che colazione! Ci hanno fatto accomodare davanti alla finestra più bella, davanti ad un cielo ed un mare meravigliosi, con una vista mozzafiato sul paesaggio circostante. Possiamo dirvi con assoluta certezza che ancora non sappiamo se abbiamo mangiato più a cena o a colazione, non che la cena non fosse abbondante.

Colazione al Tintswalo at Boulders

Abbiamo assaggiato salumi tipici, formaggi, uova, succo d’arancia, caffè e brioches, lo chef sarà pronto a soddisfare ogni vostra esigenza, cucinando davanti ai vostri occhi tutto ciò che avrete voglia di gustare.

Il Tintswalo at Boulders, per noi, è stata una meravigliosa scoperta. Il posto che consiglieremmo a tutti per visitare questa splendida zona del Sudafrica.

Rispondi