Scambio Casa: cos’è e come funziona

Buongiorno lettori, avete presente quel bellissimo e romanticissimo film dal nome “L’amore non va in vacanza” in cui le protagoniste si scambiano la casa e vivono un’esperienza fuori dal comune? Ecco, oggi desideriamo parlarvi dello scambio casa perché i film, ogni tanto, raccontano anche la realtà.

Cos’è lo scambio casa?

Come potete facilmente evincere dal nome di questo paragrafo, lo scambio casa consiste nel trovare qualcuno che alloggi a casa vostra mentre voi sarete a casa loro. In buona sostanza, se tramite il nostro articolo dedicato al couchsurfing vi abbiamo spiegato come alloggiare a casa di qualcuno con lui presente, oggi vi spiegheremo come alloggiare in una casa che vi parrà essere la vostra. Lo scambio casa consiste proprio in questo, due persone decidono di “prestarsi” la propria abitazione vicendevolmente, tutto questo in maniera quasi totalmente gratuita, il vostro guadagno sarà la possibilità di alloggiare, esattamente come per la persona che sarà vostra ospite.

Lo scambio casa è una pratica nata negli anni cinquanta e, talvolta, comprende anche l’utilizzo dell’auto di chi vi ospita, il che è davvero molto comodo se intendete girare un po’ nel circondario. Ovviamente, come per tutte le cose, anche qui ci sono delle regole. Colui che vi ospita si impegnerà a lasciare la casa in ordine, creare per voi spazio nell’armadio, spiegarvi come funzionano gli elettrodomestici e, per buona norma, lasciare qualcosa nel frigorifero. Ovviamente, nel momento in cui lascerete il loro appartamento, non tanto per contratto, quanto per educazione, sarebbe bene lasciare pulito ed ordinato, esattamente come quando siete arrivati.

Quanto costa lo scambio casa?

Poche righe dopo l’inizio dell’articolo, abbiamo scritto che lo scambio casa è una pratica quasi del tutto gratuita. Quel quasi, non si riferisce ad un pagamento nei confronti del vostro ospite o viceversa, ma alla quota d’iscrizione per i vari portali attraverso i quali potrete approcciarvi a questo modo di viaggiare. Certo, potreste anche mettervi d’accordo con qualcuno online, mettendo un annuncio da qualche parte, in quel caso sarebbe tutto totalmente gratuito, ma onestamente non ve lo consigliamo. I portali di cui, da qui a breve, vi parleremo, si occupano di raccogliere le richieste o le offerte, ma anche le relative recensioni ed i profili di coloro con i quali scambierete la vostra abitazione. Lascereste mai casa vostra a qualcuno di cui non avete mai sentito parlare? Noi, personalmente, no. Quindi, vi starete chiedendo, quali sono i costi da sostenere?

  • HomeLink: questa piattaforma costa circa 10€ al mese
  • Love Home Swap: il costo oscilla tra i 10€ ed i 25€ al mese
  • Stay4Free: il costo oscilla tra i 12€ ed i 35€ al mese
  • IVHE: gli abbonamenti oscillano tra i 150€ ed i 400€ all’anno

Rischi dello scambio casa

Come sempre accade, esistono pro e contro, l’una e l’altra faccia della medaglia. Lo scambio casa è una pratica davvero molto comoda per viaggiare low cost, permette di alloggiare in zone residenziali e tranquille, con tutti i comfort di cui una casa è provvista. Nonostante ciò, i problemi che potreste riscontrare sono relativi, per la maggior parte, alla vostra abitazione. Dovete considerare il fatto che casa vostra sarà abitata da una persona che non conoscete e che potrebbe avere diverse abitudini rispetto a voi. Purtroppo, esistono anche quei soggetti che rovinano gli appartamenti e non se ne prendono cura, sporcando qua e là e non pulendo, o magari potrà capitarvi di non trovare più un oggetto al quale eravate affezionati. Certo, avrete la possibilità di lasciare una recensione negativa, questo però non cambierà i fatti. Tenete presente, in ogni caso, il fatto che i portali che si occupano dello scambio casa sono molto selettivi e professionali, non sarà facile né all’ordine del giorno avere problemi, valutate quindi la possibilità di buttarvi in quest’avventura, compresi i suoi pro, che sono moltissimi e molto validi, ma anche i suoi contro.