La nostra prossima meta: Perù, un sogno che diventa realtà

image_processing20181012-4-18lban
Foto dal Web

Oggi non possiamo negarvi di essere estremamente elettrizzati, abbiamo appena prenotato i voli per il nostro prossimo viaggio. La meta, come spesso accade, è cambiata parecchie volte: eravamo indecisi tra Cina, Nord America e Perù, ed infine ha vinto quest’ultimo. Avremo circa venti giorni di tempo per goderci il Perù in tutto e per tutto, partiremo da Lima, l’enorme capitale peruviana, per poi dirigerci a Paracas verso la Riserva Nazionale omonima e le Islas Ballestas. A questo punto scenderemo verso Ica, dove visiteremo la fantastica oasi nel deserto di Huacachina e da qui partiremo alla volta di Arequipa, la città bianca.

arequipa-peru-temple-46-main
Foto dal Web

Pare che sia una delle più belle e particolari città del Perù, ricca di storia e tradizioni, dalla quale è possibile visitare anche il Canyon de Colca, uno dei più profondi del mondo. E’ proprio qui che, se avremo fortuna, potremo ammirare il volo del condor, un uccello grandissimo che vive tra le Ande. Dopo i nostri tre/quattro giorni ad Arequipa prenderemo un altro pullman che ci porterà dritti a Puno, sulle sponde del Lago Titicaca, il più grande lago navigabile al mondo. Da qui, visiteremo le meravigliose isole galleggianti, sperando di fare amicizia con i popoli autoctoni! Quasi arrivati al termine, ma ancora carichi e curiosi, visiteremo Cusco e le vicine Rainbow Mountains ed infine il Macchu Picchu, il simbolo di ogni viaggio in Perù che si rispetti 🙂 Per il momento abbiamo prenotato i voli e qualche hotel, siamo ancora in cerca di escursioni ed informazioni che saremmo contenti se ci deste una mano a reperire, magari tra voi c’è qualcuno che ha già vissuto questo sogno!

ccimage-shutterstock_1098860990
Foto dal Web

Giornata di Blog Tour a Montagnana

Quest’oggi vi parleremo di un’esperienza meravigliosa che abbiamo avuto la possibilità di vivere grazie a VISIT MONTAGNANA.

Montagnana è un piccolo borgo della provincia di Padova, a nostro avviso, uno dei più belli ed interessanti da visitare sul territorio italiano.

La nostra giornata ha avuto inizio alle 9.00, quando ci siamo trovati con tutti gli altri partecipanti davanti all’ufficio del turismo di Montagnana. In un men che non si dica ci hanno consegnato i nostri badge e siamo andati a fare colazione in uno degli esercizi convenzionati, di cui vorremmo parlarvi in modo assolutamente positivo.

Stiamo parlando della Pasticceria Cuccato, un posticino delizioso dove potrete assaggiare tantissimi dolci e pasticcini di ottima qualità.

Dopo questa buonissima colazione, siamo entrati nel vivo della nostra visita, dirigendoci esattamente davanti alle mura dove ci siamo meravigliati davanti alla vera essenza di Montagnana: la cinta muraria.

Non stiamo parlando di una cinta muraria qualunque, ma di un magnifico esempio di architettura medievale, annoverata tra le meglio conservate in Europa.

A questo punto non possiamo far altro che consigliarvi una delle più belle esperienze vissute a Montagnana, la salita al Mastio di Ezzellino.

La salita non è faticosa, anzi, l’emozione che proverete tra uno scalino e l’altro vi ripagherà dell’eventuale sforzo che state compiendo per arrivare fino in cima. Da qui, la vista è spettacolare. Non solo godrete di un panorama mozzafiato, ma vi sentirete un po’ come se tornaste indietro nel tempo, ed in effetti, Montagnana regala esattamente questa sensazione.

Ed ora, dopo un po’ di fatica, siamo andati finalmente a pranzo. La fame cominciava a farsi sentire e la soddisfazione, anche sotto questo punto di vista, non ha tardato ad arrivare. Abbiamo pranzato in un locale chiamato Hostaria Zanarotti, un posto dove l’attenzione ai dettagli non manca, il cibo rispecchia esattamente la tradizione locale e non si può far altro che gustare ogni pietanza con curiosità ed acquolina in bocca.

Dopo una ragionevole manciata di tempo concessaci per pranzare in tranquillità, ci siamo trovati nuovamente con gli altri davanti all’ufficio del turismo e, con un breve viaggio in macchina, siamo approdati al Salumificio BRIANZA, dove sono stati illustrati i processi di produzione e stagionatura del mitico prosciutto locale.

Anche in questo caso, la tradizione fa capolino ai giorni nostri e ci si rende conto di quanto le tecniche, apparentemente semplici o ad oggi scontate, dei nostri nonni diano vita a dei prodotti che solo l’Italia può vantare.

Come ormai avrete capito, la voglia di assaggiare prodotti tipici è tanta, per questo motivo, non solo ci viene offerto un ottimo cornetto di prosciutto crudo dolce e formaggio dalla Gastronomia Zanini, ma ci permettiamo anche il lusso di un buon aperitivo in attesa della cena.

Per l’aperitivo, abbiamo scelto il locale Dehor Cafè, un baretto nel centro storico dove abbiamo gustato un buonissimo analcolico alla frutta e tanti stuzzichini preparati apposta per noi!

A questo punto la stanchezza comincia a farsi sentire, una giornata intera in giro per Montagnana ci ha meravigliato, stupito e dato tanto, ma manca un’unica ed ultima tappa alla nostra visita: il Castello Bevilacqua.

Vi parliamo di un castello del ‘300 dove la tradizione e l’innovazione s’incontrano dando vita ad un meraviglioso connubio di cene, eventi e gite organizzate con grande maestria ed esperienza.

Siamo stati accolti da una ragazza molto simpatica ed esperta che ci ha portati in giro per il castello, mostrandoci le parti più emblematiche dello stesso. La sala delle torture, la suite, i giardini pensili e via dicendo ci hanno fatto sognare e tornare indietro nel tempo ad un’epoca di faide, banchetti ed alleanze.

Ed è proprio qui, al Castello Bevilacqua che la nostra giornata volge al termine con una cena fantastica da tre portate nella cornice di questa splendida fortezza medievale.

Non possiamo far altro che consigliarvi senza ombra di dubbio una gita fuori porta il quel di Montagnana, ne rimarrete estasiati!

Prossima tappa: Egitto, la Terra dei Faraoni 🇪🇬

L’idea era di quella di fare un viaggio relativamente breve tra febbraio e marzo, ed alla fine abbiamo scelto come meta l’Egitto. L’idea di essere davanti alle Piramidi è qualcosa che ci affascina e ci incuriosisce parecchio. Eccoci pronti per partire.

Voleremo con AirItaly da Milano Malpensa ed atterreremo al Cairo. Certo, avremmo potuto perderci in un qualche bel resort sul mare, ma ad essere onesti, l’obiettivo era quello di toccare con mano l’Egitto più vero. Le Piramidi, la città del Cairo, il Museo omonimo che, oltretutto, è il più ricco di reperti risalenti all’epoca del’Antico Egitto; e poi la Chiesa Sospesa, i mercati, i colori ed il deserto.

Insomma, per quanto ci riguarda, uno dei posti che stava lì nella lista dei desideri da parecchio tempo.

Partiremo il 14 febbraio e torneremo il 19. A tale proposito, ci affidiamo a voi e, se qualcuno ne avesse voglia, non esiti e darci consigli ed accorgimenti 😊

Per il momento, ci godiamo l’attesa 🐪

Se avete voglia, in quei giorni, di seguirci in modo assiduo, cercateci su Instagram “terracqueo.multapaucis” e date un’occhiata alle IG Stories che saranno aggiornate frequentemente!

Buon Natale 🎄

Buongiorno a tutti 🙂

Oggi è il giorno di Natale e non possiamo fare a meno di augurarvi il miglior Natale possibile e ringraziarvi perché ogni giorno ci prestate un pizzico di attenzione. Ci piacerebbe fare gli auguri di persona ad ognuno di voi, purtroppo non ci è possibile, ma è anche questo il bello del web: potersi scrivere nonostante le infinite distanze. Auguriamo un sereno Natale a chi vive in Italia esattamente come a chi risiede dall’altra parte del mondo, perché lo scopo del Natale è proprio questo. Vi auguriamo di stare in famiglia, di poter abbracciare anche quei famigliari che vedete poco durante l’anno, di sentirvi in pace con voi stessi e con i vostri cari. Noi faremo lo stesso. Che lo spirito del Natale risvegli i vostri cuori ♥️ 🎄

Buon Natale

@terracqueo.multapaucis

Welly Merck Watches

Oggi vogliamo parlarvi degli orologi Welly Merck, un’azienda svizzera. Ci è stato chiesto di collaborare con loro, ma prima di tutto, abbiamo voluto vedere il prodotto per proporvi qualcosa di effettivamente carino, versatile e di qualità.  Al momento dell’arrivo dell’orologio, avvenuto 2-3 giorni lavorativi dopo la presa dell’ordine, abbiamo aperto la scatolina e non siamo rimasti delusi. Questi orologi sono davvero molto belli, la cosa interessante è che ce n’è per tutti i gusti, ma anche per tutte le tasche. Troverete orologi intorno ai 100$, ed altri intorno ai 500$, la scelta è molto ampia e, volendo, c’è la possibilità di customizzarli come preferite, facendoli incidere. Inoltre per ogni orologio, avete la possibilità di cambiare cinturino non appena ve ne stancherete, in modo facile e veloce.

Vi proponiamo a questo proposito un codice sconto con il quale pagherete 50$ in meno il vostro orologio “WDaniela50”, potete fare qualche regalo di Natale o acquistarlo per voi stessi.

f7640492-e6fd-4e01-9b8a-0173821338cb

Dovete collegarvi al sito web https://www.wellymerck.com ed al momento dell’acquisto basterà inserire i vostri dati, che serviranno all’azienda per spedirvi l’oggetto, il codice sconto ed il gioco è fatto 🙂 Fateci sapere cosa ne pensate e non esitate a contattarci per qualunque dubbio o problema abbiate. Ci sono modelli da uomo o da donna, credeteci, avrete l’imbarazzo della scelta.

774d3621-04a1-4487-a455-47b6ee4bd781
Orologio WM

L’Artigiano in Fiera

Oggi vogliamo parlarvi de “L’Artigiano in Fiera”, una manifestazione che si tiene a Milano ormai da oltre vent’anni. L’idea è quella di valorizzare la figura dell’artigiano, motivo per cui troverete diverse centinaia di persone pronte a farvi toccare con mano la qualità dei prodotti da loro sviluppati.

La cosa molto carina è che la fiera è divisa in paesi del mondo, troverete l’Asia, tra cui spiccano Cina, Giappone, Nepal, Thailandia e via dicendo; l’Africa, dove potrete visitare gli stand del Madagascar, della Tunisia e del Marocco ed infine la nostra Italia, divisa in regioni. 47292064_467871880408661_7768696596866269184_nUno dei motivi principale per cui le persone si recano a questa fiera è la possibilità di assaggiare buonissimi prodotti provenienti dalle varie regioni italiane, come il bergamotto, che cresce solo il Calabria, la crema di pistacchi, tipica della regione Sicilia, le nocciole piemontesi, ma anche le tegole valdostane e la classica focaccia ligure. Insomma, vi consigliamo vivamente di visitare questa fiera, vi divertirete passando da un paese all’altro e facendo qualche acquisto etnico o nostrano, assaggerete specialità tipiche e soprattutto siamo certi che questa fiera sia il modo giusto per entrare definitivamente nello spirito natalizio.

Vi parliamo del Natale perché L’Artigiano in Fiera si svolge sempre i primi giorni di dicembre e dura poco più di una settimana. Ecco a voi qualche informazione pratica:

. potete arrivare alla Fiera tramite la metropolitana rossa (linea 1), scendendo alla fermata capolinea di Rho Fiera. Attenzione a due cose: la metropolitana rossa di Milano ha un bivio che parte da Pagano, basterà guardare i cartelloni giù in metro che indicano Rho Fiera e non prendere il vagone per Bisceglie, l’altro capolinea della linea 1. Inoltre, a causa dell’ingente quantità di persone che visita ogni anno questa manifestazione, a capolinea troverete molti controllori. Prima di prendere la metropolitana ricordate di acquistare il biglietto da 2.50€, valido per arrivare a capolinea, diverso da quello da 1.50€ che è valido solo nella zona urbana.

. “L’Artigiano in fiera” quest’anno si svolge dal primo di dicembre al nove del medesimo mese, tutti i giorni dalle ore 10.00 alle 22.00.

. Come già precedentemente affermato, la fiera è molto frequentata. Se vi è possibile, andate in orari mattutini in modo tale da trovare meno persone possibile. Ci sono orari, in particolare il tardo pomeriggio, in cui si fa fatica a muoversi.

. Se avete intenzione di assaggiare parecchi prodotti, provate a raggiungere il posto i primi giorni di esercizio, può capitare che gli ultimi giorni siano rimasti molti meno prodotti rispetto all’inizio, e che gli artigiani siano meno disponibili a farvi assaggiare le loro specialità.

Fateci sapere cosa ne pensate qui sotto nei commenti, saremo contenti di sentire anche quali sono stati i vostri acquisti 🙂47310714_429237147611332_5487131985509875712_n

Bohemian Rhapsody (2018)

La paura era tanta, temevamo che questo film, come spesso accade, avrebbe rovinato la memoria di un mito. Nulla di tutto questo e se possiamo, vi consigliamo di andare a vederlo non appena ne avete tempo. Se non lo avete, trovatelo. Partiamo da un doveroso presupposto: non importa se siete fan accaniti dei Queen o se conoscete poche canzoni, non appena avrà inizio la pellicola possiamo assicurarvi che, oltre a vedere la sala piena, cosa ormai poco comune, il vostro vicino inizierà a battere le mani, muovere le gambe o tentennare il dito sul bracciolo della poltrona. Non staccherete gli occhi dallo schermo nemmeno per un secondo, nonostante la lunga durata di questo film che, dicevano in pubblicità, essere un cult ancora prima del debutto nelle sale. Emozionante da morire, non escludete la possibilità di commuovervi almeno un paio di volte, proverete un misto tra ammirazione e nervosismo, sapientemente rappresentato dalle vicende raccontate. 667baaaa-fbd7-4858-8375-44b57350d6b6

Un Freddy Mercury, o sarebbe meglio dire Farrokh Bulsara, ancora giovane ed inesperto, con tanto di denti sporgenti e capelli che rispecchiano appieno la moda del momento. Pian piano assisterete all’evoluzione del personaggio, da scaricatore di valige all’aeroporto londinese di Heathrow a genio indiscusso, promotore di valori nuovi, sdoganando concetti impensabili per l’epoca. La sessualità vissuta in maniera tormentata, spesso sofferente ed incerta, la band per eccellenza, prima affiatata tanto da essere tutti e quattro a scrivere le proprie canzoni, a sconosciuti ed iracondi l’uno con l’altro per la scelta di Freddy di accettare la proposta da solista. Una Regina Isterica. Una Lucertola Incazzata, dicono nel film, a causa dell’insolito modo di vestire. Un performer, mai scontato, sempre sul pezzo. La notizia della malattia, un fulmine a ciel sereno. Ed infine il concerto, il Live Aid, le migliaia di persone, teste, cuori, mani e piedi tutti per lui.

Non perdetevelo ed una volta visto, non esitate a scriverci cosa ne pensate.

Dove acquistare un’agenda a Milano?

Spesso e volentieri, a inizio anno scolastico, capita di dover acquistare un’agenda dove segnare tutti gli impegni giornalieri che vi si presenteranno. Ecco che si inizia a girare per negozi, magari tra una pausa e l’altra, prima di entrare in ufficio o poco dopo l’orario di chiusura ed ogni volta, puntualmente, non troviamo ciò che cerchiamo. Molto spesso i prezzi sono esorbitanti, altre volte le pagine sono di quella carta fastidiosa sulla quale è impossibile scrivere decentemente, altre ancora è troppo piccola o troppo grande, insomma, è una causa persa. A tale proposito abbiamo deciso di consigliarvi i posti migliori dove acquistare un’agenda per l’anno nuovo, con relativi prezzi e qualità.

Tiger : questo è il classico negozio che vende cose totalmente inutili, ma troppo carine e divertenti per passare oltre e rimanere immuni al suo fascino un po’ trash. Lo sappiamo, non credevate che vi avremmo consigliato un posto come Tiger, del resto la qualità non è delle migliori, a dispetto degli ottimi prezzi. Non è così, anche in questo negozio potrete trovare delle ottime agende, la carta è buona, la grandezza è varia e non ci spenderete un occhio della testa. I prezzi vanno dai 2€ ai 5€ massimo.

Pettinaroli : entrando in questa cartoleria vi sentirete viaggiare indietro nel tempo, infatti è una famosa ed antica bottega milanese, all’interno della quale avrete la possibilità di scegliere tra mille proposte. Qui troverete agende da tasca, quindi molto piccole e pratiche, ed agende di una grandezza simile ad foglio A3. I prezzi si aggirano tra i 20€ ed i 50€.

Moleskin Store : in piazza Gae Aulenti potrete visitare questo bellissimo negozio. Non è un posto che vende qualche agenda, ma quasi solo ed esclusivamente agende, inutile dirvi che avrete l’imbarazzo della scelta. I prezzi, come forse già sapete, non sono a buon mercato, anche qui oscillano tra i 20€ ed i 50€ circa, ma il gioco vale la candela. Troverete tutti i colori possibili, i formati, le edizioni limitate, le agende giornaliere o settimanali, non potete uscire da qui senza un’agenda che fa al caso vostro.

Mondadori e Feltrinelli : anche qui, come al Moleskine Store, la scelta è ampia. La reale differenza sta nel fatto che i prezzi sono molto più vari, potreste riuscire a trovare qualcosa anche intorno ai 7€/10€, il motivo è molto semplice: questi grandi store hanno la caratteristica di avere oggetti appartenenti a vari brand ed ognuno di essi ha target e prezzi differenti.

Legami: questo negozio è davvero molto carino, non solo troverete molte agende di diversi colori, fatture e prezzi, ma vengono venduti tantissimi oggetti divertenti e personalizzabili come astucci, set di penne e pennarelli colorati, tazze, piccoli oggetti d’arredamento e chi più ne ha più ne metta. I prezzi delle agende vanno dai 10€ ai 25€ circa.