Digital Detox: cos’è e dove viverla

Buongiorno lettori, oggi parliamo di un argomento di cui tutti noi, nessuno escluso, ha bisogno prima o poi. Si tratta della Digital Detox, ovvero di un periodo, più o meno lungo, caratterizzato dall’inutilizzo dei social network e del web. Siamo abituati a vivere col il Web come compagno, sempre e comunque, non vogliamo demonizzarlo, anzi, sarebbe stupido essendo che vi stiamo scrivendo dal nostro blog. Desideriamo, però, consigliarvi di prendere dei momenti di stop da tutto questo, magari qualche giorno per ritrovare voi stessi, non pensando a nulla e ricercando, invece, la serenità.

A questo proposito, desideriamo consigliarvi qualche posto dove potrete attuare la vostra dieta dal mondo online, rilassandovi e tranquillizzandosi, voltando, anche se per poco, le spalle alla vita di tutti i giorni.

Castelli

Lo sapete che negli ultimi anni, tantissimi castelli hanno messo a disposizione le proprie camere per coloro che vogliono evadere dalle città? Sì, perché generalmente queste tenute si trovano in campagna, in collina o comunque in luoghi abbastanza remoti. Fate una ricerca online e trovate il castello che preferite, fate un piccolo check tra prezzi e prenotate. Possiamo assicurarvi che l’atmosfera castellana, il verde e l’aria buona vi permetteranno di svolgere la vostra digital detox in maniera ottimale.

Masserie ed Agriturismi

Quando si parla di masserie viene in menta la regione che più ha a che fare con questo bellissimo tipo di alloggio, la Puglia. Sappiate che ne esistono a bizzeffe, più o meno lontane dal mare, più o meno in campagna, più o meno vicine alle città. Non sono da disdegnare nemmeno gli agriturismi, dove solitamente si possono gustare prodotti a chilometro 0 ed assaggiare le bontà della terra circostante. Sarà, quindi, molto facile immergersi nella natura, lasciando per qualche giorno a casa tutte le preoccupazioni.

Bungalow

I bungalow, per la maggior parte immersi nella natura, sono uno dei luoghi più emozionanti per staccare. Noi li adoriamo e vi consigliamo, in particolare, quelli del Sud Est Asiatico o del Sud America. La folta vegetazione vi farà sentire una “calda solitudine”, quella che, ogni tanto, serve a tutti per ritrovarsi. Anche qui da noi, in Italia, negli ultimi anni sono nate alcune soluzioni simili, come i glamping, strutture da campeggio trasformate in lussuosi angoli di paradiso. Ce ne sono moltissimi in Toscana, ma facendo un po’ di ricerca, ne troverete alcuni anche nelle regioni più vicine a voi.

Campeggio

Se non siete minimamente interessati al lusso, ma più che altro alla natura in se e per se, allora il campeggio è quello che fa per voi. L’Italia ne è piena, ma ormai tutto il mondo si è adattato a questo tipo di turismo. Se, per esempio, partite per gli Stati Uniti, potete pensare di girare alcune città e poi, verso la fine del viaggio, rilassarvi tra i boschi. Attenzione però, per campeggiare non basta avere una tenda, dovrete cercare dei luoghi appositi dove è possibile svolgere questo tipo di attività.

Appartamenti in piccoli paesi

Con l’arrivo di AirBnB, tantissime persone hanno deciso di mettere a disposizione il proprio appartamento per eventuali ospiti. Questo, ovviamente, ha fatto sì che non ci fossero più solo ed esclusivamente gli hotel, che spesso si trovano in zone o città turistiche, ma ha dato la possibilità a molti viaggiatori di alloggiare anche in posti un po’ dimenticati. Piccoli paesi che, per chi come noi vive in città, sono un vero toccasana per la mente. Si scende a prendere da mangiare, si fa una passeggiata, si guarda la TV e si conclude con un buon libro, insomma, cosa desiderare di più per la vostra Digital Detox?

Le App che ogni viaggiatore dovrebbe avere sul proprio Smartphone

Buongiorno lettori, oggi parliamo di applicazioni. Siamo nell’era digitale e, che piaccia o meno, i nostri telefoni sono ormai parte integrante della nostra vita. E’ vero, forse ogni tanto avremmo bisogno di un po’ di tranquillità, di staccarci dal Web e stare tra noi, ma di questo parleremo più avanti, in uno dei prossimi articoli. Oggi invece vogliamo parlarvi, in buona sostanza, di tutto ciò che un viaggiatore dovrebbe possedere all’interno di quel minuscolo spazio virtuale chiamato Smartphone e, credeteci, tutti questi consigli vi saranno molto utili durante le vostre esplorazioni.

Applicazioni per voli aerei ed alloggi

Partiamo dalle basi: partire per un viaggio dall’altra parte del mondo non sarebbe così semplice se non avessimo sul nostro smartphone tutte queste applicazioni. Tra le migliori, a nostro avviso, c’è l’app di Booking, tramite la quale prenotare migliaia di alloggi di ottima qualità, inserendo filtri molto specifici, fasce di prezzo ed ogni comfort possibile ed immaginabile. Un’altra app che vi cambierà la vita sarà quella di AirBnb, anche in questo caso sarà molto facile trovare ciò che state cercando, ma anche alloggi particolari ed insoliti. Noi, negli ultimi anni, abbiamo prenotato la maggior parte dei voli con SkyScanner, un’applicazione che ricerca in modo certosino tutte le varie possibilità per raggiungere le vostre destinazioni preferite. Una delle funzioni che più amiamo è quella attraverso la quale nella sezione “destinazione” potete inserire “OVUNQUE”. Così facendo, avrete la possibilità di scegliere tra tantissime offerte, decine di date disponibili a prezzi davvero convenienti.

PackPoint – Lista di Viaggio

Ora vi facciamo qualche domanda alla quale, in cuor vostro, sappiamo che risponderete tutti nello stesso modo. Quante volte siete partiti e vi siete dimenticati qualcosa? Quante volte, giunti a destinazione, vi siete resi conto di aver sbagliato tutto, ma proprio tutto, portando con voi abiti non adatti al luogo che state per visitare? Beh, PackPoint vi darà un grandissimo aiuto. Si tratta di un’app che vi permetterà di organizzare in maniera ordinata e sistematica i vostri bagagli, tenendo conto di tantissime varianti. Una volta scaricata l’applicazione, dovrete procedere nel seguente modo: inserite la meta del vostro viaggio, in seguito la data compresa di mese dell’anno, poi la durata del soggiorno. A questo punto, scegliete le attività che desiderate svolgere in vacanza (nuoto, campeggio, fotografia, ciclismo, corsa, spiaggia etc) e poi… vi apparirà un lista dettagliata di ciò che dovrete mettere in valigia, compresi i numeri di cambi di vestiti, insomma, un sogno!

TripLingo

Capita spesso di viaggiare verso una destinazione di cui non conosciamo la cultura, le usanze e la lingua. Del resto, se le conoscessimo, non avremmo motivo di giungere fino a lì. La parola d’ordine per TripLingo è comodità. Noi siamo soliti acquistare guide di viaggio cartacee prima di partire, ci servono per organizzare gli spostamenti, cercando di comprendere quanto più possibile riguardo la nostra meta, è vero anche che spesso lo spazio in valigia è poco, soprattutto se stiamo partendo per un fine settimana lungo per il quale abbiamo a disposizione un solo bagaglio a mano. Scaricando questa applicazione sul vostro smartphone avrete la possibilità di conoscere le espressioni linguistiche ed idiomatiche più utilizzate, è compresa inoltre una funzione audio, tramite la quale potrete tradurre in automatico ciò che vi viene detto. Inoltre, avrete a disposizione alcune guide che vi aiuteranno nei comportamenti da tenere in altri paesi, capendone le abitudini, gli usi ed i costumi.

AroundMe

Quest’applicazione ci è stata spesso utilissima. Per dei viaggiatori come noi è abbastanza scontato organizzare gli spostamenti e le attrazioni da visitare, ma l’imprevisto di dover andare in bagno, un forte mal di testa per cui serve un farmaco in un batter d’occhio o la tacca della benzina che scende senza essercene accorti prima, capita! E capita proprio a tutti! In questi casi AroundMe vi verrà in soccorso, vi basterà aprirla dal vostro smartphone e digitare “benzinai”, “farmacie”, “bar” e via dicendo, per trovare subito le strutture più vicine e pronte ad accogliervi.

Trova la Mia Medicina

Viaggiare è tanto bello quanto insidioso, soprattutto se ci troviamo in paesi lontani di cui conosciamo poco o niente. Quando partiamo siamo soliti lasciare a casa un po’ di stress, cercando di vivere la nostra vacanza al meglio, questo comporta un conseguente abbassamento dell’attenzione, come se facessimo finta che i pericoli non esistano. E’ perfettamente normale, non sentitevi in colpa. Per ovviare a questo problema, però, scaricate quest’applicazione, che è molto utile e pratica per ogni viaggiatore. Vi permetterà di trovare la medicina che vi serve, anche se nel paese che state visitando si chiama in modo diverso. Ne ricerca i principi attivi, i nomi e le modalità d’uso, permettendovi di curarvi come a casa.

Free Wi-Fi Finder

Concludiamo la nostra lista con una delle applicazioni più utili in assoluto, si tratta di Free Wi-Fi Finder, che vi permetterà di visualizzare una mappa con tutti gli hot spot gratuiti della città che state visitando. Non avrete, quindi, alcun problema nel trovare un ristorante, un negozio oppure un’attrazione che proprio non avreste potuto perdervi.

Guida ai luoghi più strani della Terra

Buongiorno lettori, oggi parliamo di un argomento affascinante, di un tema estremo, esattamente come i luoghi che andremo ad elencare qui di seguito. Avete mai pensato di prendere il volo per un luogo totalmente fuori dagli schemi? Beh, allora forse, potrete prendere ispirazione!

Death Valley

La Death Valley, negli Stati Uniti, ha il primato di essere, in assoluto, il luogo più caldo del pianeta. Si tratta di un deserto della West Coast americana dove è stata registrata la temperatura più alta di sempre: la bellezza di cinquantasei gradi! Munitevi quindi di acqua, qualcosina di leggero da mangiare e cappello per ripararvi dal sole. Noi abbiamo avuto l’occasione di visitarla e, come abbiamo detto precedentemente, quando tira vento sembra di stare sotto un enorme phon!

Cose da fare al Death Valley National Park | Visit California
Foto dal Web

Antartide

L’Antartide è ciò che più si discosta, o meglio, si oppone alla Death Valley. Si tratta, infatti, del luogo più freddo del mondo, dove le temperature arrivano addirittura a meno ottanta gradi. Non è possibile visitare completamente questo posto, ma da Ushuaia, all’estremo Sud dell’Argentina, è possibile partire con una crociera che vi porterà fin dove possibile.

Antartide senza neve, le isole superano i 20 gradi con caldo record - Il  Riformista
Foto dal Web

Mar Morto

Siamo tra Israele, Palestina e Giordania e siamo nel punto più basso della terra. Il Mar Morto si trova nella depressione terrestre più profonda della terra. Questo fatto, però, non è l’unica particolarità del lago salato, si tratta anche di uno degli specchi d’acqua con più alto tasso di salinità, se deciderete di immergervi nelle sue acque, sappiate che galleggerete come non mai. Attenzione alla pelle, l’alta concentrazione di sale del Mar Morto potrebbe farvi spuntare qualche eritema, nulla di grave, ma per evitare questo imprevisto, vi basterà uscire dopo pochi minuti.

Deserto di Atacama

Questo è uno dei deserti che speriamo tanto di poter ammirare quest’anno, siamo a Nord del Cile ed il Deserto di Atacama è il luogo più secco del pianeta, pare che negli ultimi quarant’anni, la pioggia sia caduta solo cinque volte. Un primato mica da ridere! Grazie a queste caratteristiche, l’Atacama Desert è uno dei posti dai quali partono moltissimi tour astronomici, sorge qui uno degli osservatori più importanti al mondo.

Deserto di Atacama: lo spettacolo del Cile on the road
Foto dal Web

Grotta Veryovkina

Ci troviamo in Georgia, e siamo certi che questo posto vi colpirà moltissimo. Si tratta della grotta conosciuta più profonda della Terra, con i suoi 2212 metri di profondità. Diciamo “conosciuta” perché pare che il mondo abbia ancora tante sorprese per noi che, probabilmente, verranno alla luce nei prossimi decenni. Rimane il fatto che, con le dovute precauzioni, entrare in questo posto regala emozioni e sensazioni davvero uniche.

Grigna, viaggio al centro delle Alpi - Cronaca - ilgiorno.it
Foto dal Web

Lago Titicaca

Questo luogo si trova tra Bolivia e Perù ed è il lago navigabile più alto della Terra con i suoi 3812 metri. Credeteci, vi serviranno vari rimedi contro il mal di montagna e l’altitudine, qui sul Lago Titicaca il respiro è reso affannoso dalla pressione e la testa vi darà qualche problema, ma con le dovute precauzioni, vivrete una meravigliosa esperienza tra le Isole de Los Uros, popolazione che abita il Lago Titicaca e le sue isole galleggianti. I Tour partono tutti i giorni dal pontile di Puno, la città peruviana più vicina al Lago Titicaca. In corrispondenza dei battelli troverete decine di bancarelle colorate per fare un po’ di sano shopping.

Rapa Nui

Anche l’Isola di Pasqua speriamo possa essere tra le tappe del nostro prossimo viaggio tra Cile ed Argentina, questo posto ha sempre esercitato un grande fascino sui viaggiatori, forse proprio perché è ritenuta essere l’isola abitata più remota al mondo, si trova infatti a circa 3500 chilometri di distanza dal Continente Americano. I voli, solitamente, partono da Santiago del Cile e sono della durata di circa cinque ore. Rapa Nui, nome autoctono dell’Isola di Pasqua, è un atollo davvero piccolo, questo vi permetterà di girarla in piena autonomia nel giro di due o tre giorni noleggiando un’auto oppure un motorino, pensate che attraversare l’isola da una parte all’altra vi impegnerà solo 50 minuti.

Isla de Pascua, Rapa Nui… todo lo que necesitas saber para viajar
Foto dal Web

Isola di North Sentinel

Diciamo che questo luogo non è inospitale o particolarmente strano a livello naturalistico o climatico, la sua stranezza è infatti dovuta ai suoi abitanti. Siamo in India, nel Golfo del Bengala, e quest’isola è abitata da un popolo chiamato Sentinelesi, composto da circa 200 individui. La stranezza risiede nel fatto che, nonostante i continui tentativi di giungere sull’isola da parte degli indiani, i Sentinelesi li hanno sempre accolti in maniera totalmente ostile, cacciandoli con frecce ed altri metodi. Pensate che, addirittura dopo il rovinoso Tsunami del 2004, gli abitanti non hanno voluto saperne di accogliere chicchessia sulla propria isola!

North Sentinel, l'isola inavvicinabile dove si vive ancora come all'età  della pietra | SiViaggia
Foto dal Web

Terme in Italia: quando il turismo profuma di relax

Buongiorno lettori, purtroppo in questo momento andare dall’altra parte del mondo è, in buona sostanza, impossibile. Proprio per questo motivo, se anche nel giro di un tempo relativamente breve si potrà tornare a spostarsi un po’, non è detto che i viaggi saranno all’insegna dei voli aerei e delle destinazioni d’oltreoceano. Forse parlare di relax in questo momento può sembrare strano, infondo siamo stati tutti a casa per molto tempo e, di certo, abbiamo avuto l’occasione di riposarci un po’. Purtroppo, però, le forzature non sono mai un toccasana, né per il corpo né tantomeno per la mente, può darsi quindi che una delle prime vostre uscite sarà alla volta del relax, ed ecco che le terme ci vengono in soccorso, luoghi dove lo stress lascia il posto ad atmosfere tranquille e serene. Di seguito, vi parleremo delle terme più belle sul Nostro Territorio Nazionale, con la speranza che possiate prendere spunto per uno dei vostri prossimi itinerari.

Terme di Saturnia

Non nominarle vorrebbe dire offendere lo stesso concetto di terme. Saturnia gode di una posizione davvero privilegiata, si trova infatti nel cuore pulsante della Toscana, la Maremma, per questo motivo i visitatori potranno immergersi in queste scenografiche pozze naturali accompagnati da panorami davvero straordinari. Personalmente, troviamo che le terme siano estremamente affascinanti durante i mesi invernali, quando il clima esterno è fresco e frizzante, il contrasto con l’acqua calda sarà di un relax unico.

Terme di Sirmione

Ci troviamo sul Lago di Garda, nella bellissima cornice di Sirmione, romantica e pittoresca. Un fine settimana qui non sarà solo alla volta delle terme, tra le più belle le terme Virgilio, ma anche dedicato all’esplorazione delle mille attrazioni che questa parte del Lago di Garda offre ai suoi visitatori. Sappiate che l’acqua di Sirmione è famosa per le sue proprietà curative, quindi approfittatene e godetevi qualche giorno tra toccasana e romanticismo.

Terme di Bormio

Se la nostra preferenza per visitare le Terme di Saturnia sarebbe ricaduta sicuramente sui mesi invernali, non possiamo dire nulla di diverso rispetto a quelle di Bormio. Questa volta non siete nella campagna toscana, né sul lago, ma proprio in montagna, dove riscaldarsi è d’obbligo e farlo alle terme è un vero lusso! Qui le acque termali sgorgano dalle montagne a temperature che vanno dai 37 ai 40 gradi ed una volta immersi, non vorrete più uscirne!

Grotta delle Ninfe, Calabria

Dobbiamo dirvi la verità, raggiungeremmo queste terme anche solo per il nome, che a nostro avviso, già vale la visita. La bella leggenda che ruota attorno a questo posto arriva direttamente dall’antichità, pare infatti che questa vasca di acqua sulfurea fosse abitata dalle ninfe e custodisse addirittura il talamo, ovvero il letto, di Calipso. Del resto, siamo in piena Magna Grecia ed i riferimenti al mondo classico non possono certo mancare!

Terme di Leonardo da Vinci

Siamo nella grigissima ed austera Lombardia, quella che spesso lascia luogo a domande come “Ma come fate a vivere a Milano?”. Beh, ne abbiamo parlato parecchie volte qui sul blog, ed anche in questo caso ci tocca rispondere che forse, in molti, non sono informati riguardo alle bellezze che ci sono nella nostra regione. Come tutte le regioni d’Italia, anche la Lombardia ha le sue bellezze, tra queste un posto davvero sconosciuto ai più, le terme di Leonardo da Vinci. Si tratta di piccole pozze molto romantiche nei pressi di Bormio, dove tra alti alberi e montagne innevate, potrete godervi una giornata di pieno relax.

Terme di Vulcano, Sicilia

La Sicilia, si sa, è luogo instabile dal punto di vista sismico e vulcanologico, sarà proprio per questo motivo che oltre ad un mare da far invidia alle più esclusive isole dei Caraibi, possiede una gran concentrazione di acque sulfuree a cielo aperto. E’ questo il caso delle Terme di Vulcano, sull’omonima isola dalla tradizione mitologica ed estremamente antica. Immergervi qui sarà un vero toccasana per le vie respiratorie, e se avete qualche dolore articolare, non disdegnate i fanghi, dall’ottimo potere curativo!

Gli hotel più strani del mondo: quando l’alloggio diventa destinazione

Buongiorno lettori, oggi vogliamo parlarvi degli hotel più strani del mondo, alloggi particolarissimi dove vivere esperienze davvero mozzafiato. Spesso si parla degli hotel come se fossero secondari, questo da una parte può essere vero, siamo noi i primi a dire che amiamo le vacanze itineranti dove non ci si ferma neanche un attimo, questo significa che il tempo trascorso in hotel diminuisce sensibilmente. Vero è che, almeno una volta nella vita, alloggiare in un posto strano e particolare potrebbe rendere il vostro viaggio ancora più emozionante!

The Palazzo, Las Vegas

La parola d’ordine a Las Vegas è lusso, siete in una città che vive di questo, hotel mozzafiato, gioco a go go e vita sopra le righe. Proprio per questo motivo scegliere un semplice Holiday Inn a Las Vegas sarebbe un vero peccato, è una città in cui la scelta dell’hotel è parte integrante del vostro soggiorno, quindi sbizzarritevi. Di alberghi strani a Las Vegas è pieno, ma questo li supera tutti, perché una volta entrati nella hall sarete a Venezia, avete capito bene, abbiamo detto Venezia. Questo hotel è ispirato ad una delle città più belle d’Italia ed il lavoro per renderlo estremamente simile è stato fatto egregiamente. Soffitti, camere, addirittura canali interni ispirati alle calle della città di San Marco, lusso a non finire, ristoranti e bar interni, ovviamente il tutto condito da un’enorme sala giochi!

48 Exhilarating Hours in Las Vegas – Travel by ENTREE
The Palazzo, Las Vegas (Foto dal Web)

Costa Verde, Costa Rica

Avete mai pensato di dormire in un aereo? Beh, qui al Costa Verde è possibile, nel bel mezzo della foresta del Costa Rica. Questo resort si trova nella natura incontaminata, tra scimmie ed altri animali autoctoni ed uno degli appartamenti è ricavato proprio da un Boeing 727!

Hotel Costa Verde, Costa rica. | Costa rica, Costarica, Instagram
Costa Verde, Costa Rica (Foto dal Web)

Le Moulin de Maître Cornille, Francia

Dormire in un mulino in Francia è possibile, ci troviamo tra le meravigliose campagne francesi e questo posto, oltre ad essere totalmente eco sostenibile, è un ottimo compromesso per visitare località storiche e naturali. Tra i servizi disponibili avrete una bellissima piscina, un giardino molto curato ed una stupenda vista sul paesaggio rurale circostante.

Dormire in un mulino, non solo in Olanda - TravelGlobe
Le Moulin de Maître Cornille, Francia (Foto dal Web)

Icehotel, Svezia

Per noi sarebbe davvero un sogno alloggiare qui, siamo nei pressi del Circolo Polare Artico, dove esiste un palazzo, o sarebbe meglio dire, una vera e propria opera d’arte, completamente di ghiaccio. La cosa interessante è che, chiaramente, il ghiaccio si scioglie e viene spesso rimodellato, questo significa che visitare questo hotel più volte vorrà dire vedere sempre qualcosa di nuovo. Inoltre, è possibile anche solo visitare la struttura, senza necessariamente pernottare al suo interno.

IceHotel, il regno di ghiaccio in Svezia - Artwave
Icehotel, Svezia (Foto dal Web)

Giraffe Manor, Kenya

Ci troviamo in Kenya, vicino a Nairobi, e qui sorge un hotel davvero fantastico. Si tratta del Giraffe Manor, famoso per il branco di giraffe di Rothschild che vive qui, in totale libertà. Pensate di fare colazione in loro presenza, di ammirare i loro lunghi colli muoversi sinuosamente a pochi metri da voi… un sogno!

Giraffe Manor | Best Kenya Safari Lodges | Art Of Safari
Giraffe Manor, Kenya (Foto dal Web)

Skylodge Adventure Suites, Perù

La vostra camera si chiamerà, non a caso “Nido del Condor”. Siamo in Perù e questo hotel è indubbiamente uno dei più particolari di tutti! Per giungere al vostro “nido” dovrete arrampicarvi per ben quattrocento metri tra i meravigliosi scenari della Valle Sacra di Cuzco. La camere sono sostanzialmente delle capsule di alluminio trasparente, il che vi assicurerà una vista davvero speciale. Se passate da Cuzco non potete perdervelo, a patto che non soffriate di vertigini!

SkyLodge - CUSCO, PERU | Book through Wazi Hewa Adventures - YouTube
Skylodge Adventure Suites, Perù (Foto dal Web)

Palacio de Sal, Bolivia

Siamo in Bolivia, nella stupenda cornice del Salar de Uyuni, il famoso deserto di sale boliviano, ormai molto famoso e, dobbiamo dire, abbastanza turistico. Qui troverete il Palacio de Sal, un hotel costruito interamente di sale del deserto, dai muri alle sedie, dai tavoli alle docce, è un hotel panoramico con grandissime vetrate sul Salar che renderanno il vostro soggiorno estremamente romantico e particolare.

Palacio de Sal Hotel - Ruta Verde Tours
Palacio de Sal, Bolivia (Foto dal Web)

Book and Bed, Tokyo

Siamo nel modernissimo Giappone, nella futuristica città di Tokyo, dove alcune librerie hanno preso parte ad un progetto: quello di diventare dei bed&breakfast. Ambiente caloroso e confortevole, possibilità di letto singolo o doppio, insomma, una vacanza da veri intellettuali!

Book and Bed Tokyo, the Best Hostel for Book Lovers! - Shinjuku Guide
Book and Bed, Tokyo (Foto dal Web)

Lumilinna Snow Castle, Finlandia

Ventimila metri quadrati di neve! Siamo in Finlandia, in un vero e proprio castello di neve, all’interno ci sono circa cinque gradi, nulla considerando quelli esterni che arrivano anche a meno trenta. Questo bellissimo castello è stato costruito circa vent’anni fa e da quel momento, ogni anno, viene ricostruito diversamente. Gli interni sono caratterizzati da stupende sculture in ghiaccio che renderanno l’atmosfera ancora più… glaciale!

The Kemi Snow Castle
Lumilinna Snow Castle, Finlandia (Foto dal Web)

Turismo Nero: perché è interessante?

Buongiorno lettori, in questi mesi che son più di riflessione sui viaggi futuri che di pratica, vogliamo parlarvi di un tipo di turismo molto interessante. Non ve ne parliamo solo per darvi qualche informazione, ma anche per sfatare un mito: il turismo nero non è una cosa per fuori di testa o per gente sadica, è semplicemente un tipo di turismo che interessa coloro che vogliono approfondire determinati temi. Il turismo nero è, in buona sostanza, quello tramite il quale ci si reca in posti dove sono state consumate tragedie, fatti di cronaca nera o avvenimenti, cosiddetti, paranormali. Spesso e volentieri questi luoghi hanno a che fare con fatti storici, come il tristemente noto campo di Auschwitz o il Museo Yad Vashem, a Gerusalemme.

Personalmente, non dedichiamo ogni vacanza alla visita di questi luoghi, certo è che quando si presenta la possibilità di visitare qualcosa di questo tipo, non ci tiriamo certo indietro, ricordatevi che spesso e volentieri il valore storico-culturale di alcuni posti è davvero incommensurabile, quindi dedicar loro un pomeriggio potrebbe rivelarsi estremamente interessante ed emozionante.

Di seguito vi proponiamo una lista di posti che possono essere collegati al Turismo Nero e dalla quale potrete prendere spunto per i vostri viaggi futuri.

Pompei

Solitamente la “città morta” di Pompei non viene ricollegata al Turismo Nero, la nostra idea a riguardo è che, probabilmente, i fatti accaduti qui risalgono a talmente tanto tempo fa, che il tutto sembra qualcosa di prettamente storico, senza che si pensi alla reale tragedia che Pompei ed i suoi cittadini hanno visto abbattersi su di loro. La città di Pompei, ma anche la vicina Ercolano, sono state letteralmente rase al suolo dall’eruzione del Vesuvio che, tramite lava e lapilli, ha fatto sì che il tempo si fermasse e che, ad oggi, sia possibile vedere calchi di bambini, donne e uomini “congelati” in quel momento. E’ vero, a livello storico ed archeologico è una testimonianza senza eguali, ciò non toglie che non includere Pompei in una lista sul Turismo Nero sarebbe assolutamente impossibile.

Pompei

Ground Zero, New York

Siamo nel 2001 quando il profilo di New York cambia per sempre, l’11 settembre è una data che per tutto il mondo occidentale ha a che fare con la rovinosa caduta delle Torri Gemelle. Un simbolo, per così dire, del mondo intero, che lascia un vuoto incolmabile per tutti noi. Senza entrare in vicende politiche ed economiche, che poco avrebbero a che fare con questo articolo, da questo momento in poi Ground Zero diventa un luogo che la maggior parte dei turisti che arrivano New York visita, diventa un memoriale, un luogo di culto che ricordi la tragedia dell’atto terroristico che solo 19 anni fa ha avuto luogo nella Grande Mela.

Ground Zero

Hiroshima e Nagasaki, Giappone

Il Giappone ospita due delle città che hanno sicuramente a che fare con questo tipo di turismo, si tratta di Hiroshima e Nagasaki che, sul finire del Secondo Conflitto Mondiale, sono state bombardate dagli americani. Dopo il bombardamento il conflitto arrivò al suo epilogo e questo fu il primo e l’unico caso in cui venne fatto uso di questo tipo di armi.

Hiroshima

Yad Vashem, Gerusalemme

Yad Vashem è l’Ente nazionale per la Memoria della Shoah di Gerusalemme ed è stato istituito proprio per preservare la memoria delle Vittime dell’Olocausto. Se visitate Gerusalemme, il Museo di Yad Vashem è indubbiamente un luogo che dovreste includere nel vostro itinerario. Si tratta di una struttura che, anche esteticamente, rispecchia la pesantezza ed il dramma che si è consumato ad opera dei nazisti. Non ne uscirete certamente contenti, gli enti che lavorano per Yad Vashem hanno fatto un lavoro straordinario nel raccontare la storia di 6 milioni di ebrei e, se l’intento è quello di sensibilizzare e di colpire al cuore, ci sono riusciti davvero nel migliore dei modi.

Gerusalemme

Pearl Harbor, Hawaii

Le Hawaii rappresentano un viaggio da sogno per tutti noi, ma anche qui il Turismo Nero non manca. E’ il caso dell’attacco di Pearl Harbor ad opera del Giappone per distruggere la flotta degli Stati Uniti, dopo tale attacco, infatti, gli USA non tardarono ad entrare in guerra ed il presidente Franklin Delano Roosevelt definì l’attacco con il nome di Day of Infamy, Giorno dell’Infamia.

Pearl Harbor

Sulle orme di Jack lo Squartatore, Londra

Anche a Londra non manca questo tipo di turismo, si tratta di un vero e proprio tour che vi porterà sulle tracce dell’assassino che terrorizzò Londra a partire dal 1888. Il tour sull’Assassino di Whitechapel si snoda tra i vicoli di Londra e vi verranno raccontati tutti i fatti accaduti all’epoca, con tanto di prove, indizi e studi svolti sul caso.

Londra

Andiamo in Islanda!

Islanda

Buongiorno lettori, come sapete ci abbiamo tenuto particolarmente a raccontarvi tanti territori appartenenti alla Nostra Italia. L’abbiamo fatto per tutto il mese di giugno non appena concluso il lockdown, e lo faremo ancora nel mese di luglio. Nonostante ciò, ad agosto abbiamo deciso di regalarci un viaggio che esulasse dai nostri territori e ci portasse nel Nord più estremo, molto vicino al Polo, e questo nostro prossimo viaggio sarà in Islanda.

Abbiamo scelto l’Islanda dopo tanti pensieri, soprattutto riguardanti le situazioni post Covid che molti paesi stanno affrontando. Considerate che, purtroppo, molte parti nel mondo come il Sud America, ma anche il Sud Africa o gli Stati Uniti, sono off limits, questo a causa dei moltissimi casi che si sono presentati e delle condizioni sanitarie che stanno vivendo. In Islanda, fortunatamente, questo problema non si pone. Questo paese ha infatti aperto le frontiere anche per noi italiani, chiedendo una semplice dichiarazione da compilare prima di partire ed un test che si svolgerà in aeroporto una volta atterrati. Questo test permetterà alle autorità di conoscere lo stato di salute dei turisti, il risultato sarà disponibile entro 24 ore, dopo le quali si potrà girare per il paese liberamente.

Ma veniamo al dunque. Abbiamo scelto l’Islanda perché speriamo di poter vedere l’aurora boreale durante gli ultimi giorni di agosto, perché i paesaggi sconfinati ed immersi nella natura sono il nostro pane e, soprattutto, perché fino ad ora non siamo mai arrivati a toccare quasi il Polo Nord. E’ il primo viaggio “estremo” che faremo ed il primo viaggio che ci porterà nella terra del fuoco e del ghiaccio, dei vulcani e dei ghiacciai.

Partiremo ufficialmente il 5 di agosto, arrivando a Reykjavik nel tardo pomeriggio e ripartendo, dopo poco più di venti giorni, avendo esplorato in lungo e in largo l’Islanda. Il nostro viaggio si svolgerà, come spesso accade nelle nostre avventure, totalmente on the road, faremo tour dentro ai vulcani, faremo il bagno nelle sorgenti geotermiche, ammireremo le balene a Nord e le scogliere basaltiche a Sud, passando per cascate, laghi e spiagge di sabbia nera. Dormiremo immersi nella natura, cercheremo con lo sguardo le volpi artiche e ceneremo con prodotti tipici di cui, onestamente, abbiamo un po’ paura 🙂

Sappiamo solo una cosa: questo sarà un viaggio meraviglioso, non solo per la destinazione o per le esperienze che vivremo esplorando l’Islanda, ma perché sarà il primo volo aereo dopo la quarantena, un’occasione per prendere nuovamente confidenza con il mondo che ci circonda, ammirare ciò di cui per molto tempo non abbiamo potuto godere. Sarà un viaggio alla ricerca di emozioni pure ed all’insegna della libertà, che ci auguriamo di non perdere mai più.

Consigli per l’estate 2020: come viaggiare dopo l’emergenza Covid

Buongiorno a tutti, non vogliamo mentirvi, anche noi non vediamo l’ora di fare qualche viaggio qua e là, sia attraversando la nostra penisola che volando in Europa, non escludendo del tutto la possibilità di un viaggio oltreoceano, ammesso che sarà concesso (la destinazione la teniamo segreta e ve la sveleremo non appena sarà tutto pronto).

Oggi, però, vogliamo concentrarci sull’Italia, un paese agognato da tutti gli stranieri, dove le vacanze sono all’insegna dell’arte, del buon cibo, delle spiagge e dei laghi, senza dimenticarci montagne e colline, un fiore all’occhiello del nostro paese. Nonostante queste belle parole, il problema sorge spontaneo e perentorio: “come non rischiare di ammalarsi?”, “come evitare assembramenti?”, “come godersi una bella cena senza sentirsi, per così dire, in trappola?”

A questo proposito, abbiamo deciso di darvi qualche consiglio. In questo articolo non parleremo ancora di luoghi, regioni o mete, ma di piccoli accorgimenti da mettere in atto per evitare problemi. Stiamo preparando per voi una serie di articoli più precisi dai quali prendere spunto per i vostri week end fuori porta o per le prossime settimane di ferie, quindi rimanete con noi anche nei prossimi giorni.

Vacanze al mare: per molti anni il mare è stato meta delle nostre estati. La sabbia, il sole che scotta, i bagni infiniti ed i tramonti mozzafiato ci hanno fatto compagnia per lungo tempo, poi abbiamo deciso di dedicarci ad altro, abbiamo cambiato le nostre abitudini e ci siamo concentrati su luoghi diversi. Francamente, questa scelta ci ha permesso di visitare luoghi meravigliosi, ma il mare, a volte, ci manca. Vogliamo essere sinceri con voi. Nonostante l’idea di andare in spiaggia ci chiami costantemente, ciò che ci aspetta, al contrario, non ci ispira per nulla. Non c’è ancora nulla di certo, ma si è parlato di barriere in plexiglass (cosa che ci auguriamo non verrà realizzata), di distanze da mantenere anche in acqua, di impossibilità di sedersi ai bar dei lidi balneari. Diciamo che il futuro non sembra essere particolarmente roseo, senza contare i controlli a tappeto che pare verranno messi in atto sulle spiagge. Detto ciò, noi non ci arrendiamo, e nemmeno voi dovreste farlo, soprattutto se non vedevate l’ora di andare al mare. Non è infatti necessario disdire o fasciarsi la testa ancora prima di rompersela, pensate ad una soluzione. Noi abbiamo provato ad immaginare la nostra, che forse, potrebbe andar bene anche voi

Evitate spiagge affollate, non prenotate ombrelloni in stabilimenti super costosi, ma attrezzatevi in autonomia. Preferite spiagge libere, poco frequentate, piccole e nascoste, lasciate perdere le località turistiche, spesso la bellezza vera si trova altrove. Regioni consigliate? Toscana, Liguria, Marche, Calabria e Sardegna.

Vacanze in montagna: se siete amanti della montagna la vostra estate non subirà, a nostro avviso, grandi problematiche. La bellezza della montagna risiede anche nella tranquillità, nella serenità e nella solitudine, quella nostalgia tipica dell’altezza. In Italia esistono meravigliose catene montuose, boschi lussureggianti e sentieri poco battuti. Non abbiate paura, qui gli assembramenti saranno inevitabilmente molto meno probabili, l’aria è buona e se camminate da soli o con il vostro compagno, non avrete nemmeno bisogno della mascherina.

Mascherine, guanti ed igienizzante: sarebbe un sogno potervi dire che da un certo momento in poi non dovremmo più utilizzare questi aggeggi fastidiosi, purtroppo però non possiamo farlo. Certo, non ci dovremo convivere per sempre, ma presumibilmente l’estate sarà caratterizzata dalla loro presenza. Sappiate che, che ci piaccia o no, mascherine, guanti ed igienizzanti servono sia a noi che agli altri, non fate l’errore di lasciarli a casa o fare finta di nulla. Fortunatamente non sarà necessario indossare la mascherina in luoghi quasi disabitati, in campagna o tra i sentieri di montagna, ma preparatevi ad indossarla non appena dovrete sostenere un contatto umano.

Come vi dicevamo poco fa, state con noi nei prossimi articoli, vi parleremo dei più bei posti dove andare in vacanza quest’estate 🙂

Smart Box: pro e contro

smartbox.jpg

Buongiorno amici, avete mai pensato di utilizzare le SmartBox per fare un regalo ad un vostro amico, ai vostri genitori od a qualcuno a voi caro? E se invece il regalo fosse proprio per voi? Beh, oggi è proprio di questo che vogliamo parlarvi, di quelli che sono i pro ed i contro di questi cofanetti, di quanto siano effettivamente convenienti e di quanto, l’offerta, sia in linea con la realtà. Di SmartBox ce ne sono tantissime, alcune riguardano percorsi di bellezza in alcune SPA, altre permettono l’alloggio di una o più notti in Italia ed in Europa, altre ancora offrono la possibilità di vivere esperienze caratterizzate da adrenalina pure, come corse in macchine veloci o voli in mongolfiera, insomma, ce n’è per tutti i gusti. Non solo, però, potrete scegliere l’esperienza più adatta a voi o quella più in linea con la persona alla quale volete fare un regalo, potrete anche decidere quanto spendere, il che è ottimo soprattutto quando si tratta di regali. L’iter per comprare e prenotare con una SmartBox è il seguente:

  • acquistate un cofanetto SmartBox, vengono venduti in Mondadori, Feltrinelli, alcuni altri negozi associati, ma anche su Amazon, se volete starvene comodi ed acquistare da casa (vi metteremo il link diretto ad Amazon proprio qui, sotto all’articolo)
  • ora che avete in mano il vostro cofanetto, vi basterà entrare nel sito di SmartBox e registrarvi. Una volta eseguita questa semplicissima operazione, tramite la quale fornirete nome, cognome ed indirizzo mail, dovrete registrare il cofanetto in vostro possesso. Vi basterà digitare il numero dell’assegno regalo che troverete dentro il cofanetto, ed il gioco è fatto.
  • Ora potrete sbizzarrirvi nella ricerca, trovando la soluzione, il luogo, la struttura o l’esperienza che desiderate. Una volta trovata, vi basterà inoltrare la richiesta, potete farlo tranquillamente ed in modo molto facile ed intuitivo dal pulsante PRENOTA. A questo punto dovrete solo aspettare la conferma dalla struttura, che vi arriverà nel giro di massimo 48 ore.
  • Una volta ricevuta la conferma, aspettate la data in cui avete prenotato e partite per il vostro breve viaggio.

Ora che vi abbiamo illustrato, grosso modo, le modalità con cui si prenota un’esperienza e si conclude il procedimento di prenotazione, vorremmo parlarvi sinceramente di questi cofanetti. Noi abbiamo utilizzato spesso queste soluzioni, tramite SmartBox siamo stati a Berlino, a Barcellona e ad Atene, non possiamo nascondervi che ci siamo sempre trovati bene. Gli hotel sono carini, basterà prenotare esattamente quello che rispecchia le vostre esigenze. Detto ciò, abbiamo sentito di esperienze molto diverse dalle nostre, generalmente incentrate sull’impossibilità di trovare un alloggio disponibile. Ci spieghiamo meglio: una volta sul sito avrete davanti una pagina in cui potrete prenotare l’hotel che preferite, mandare la richiesta, ed aspettare la conferma di prenotazione tramite mail. Purtroppo ci è capitato di sentire persone che non riuscivano a ricevere la conferma quasi per nessuna delle opzioni selezionate. Ovviamente, tenete a mente che sarà difficile trovare un hotel che vi ospiti tramite SmartBox nei periodi di punta come la Festa dei Lavoratori o la Festa della Repubblica, però in linea generale, non dovreste avere problemi a trovare posto durante week-end di normale amministrazione. Se possiamo darvi un consiglio, vi invitiamo a prenotare con un po’ di anticipo, tenendo presente i periodi di particolare afflusso turistico nei quali gli hotel non avranno posto ed, in caso non riusciste a prenotare, provate a cambiare cofanetto. Anche quest’operazione può essere svolta molto facilmente dal sito una volta registrato il vostro cofanetto. Troverete due tasti, uno dei quali è CAMBIA, tramite questo potrete scegliere un’altra SmartBox per lo stesso prezzo o, in caso la vostra nuova scelta ricada su un cofanetto con un prezzo maggiore, aggiungere qualche euro.

Ultima informazione utile: avete presente l’assegno regalo contenuto nel cofanetto di cui vi parlavamo prima? Non perdetelo per nulla al mondo, è esattamente quello il documento con cui arrivare in hotel e registrarsi tramite SmartBox.

Inaspettatamente al museo …

 

(Foto dal Web)

Buongiorno a tutti,

come ben sapete, siamo ancora in quarantena. Abbiamo volutamente evitato di parlare dell’argomento fino ad ora per due principali motivazioni.

  • non abbiamo le competenze per entrare nel merito della questione, in questo momento è inutile ergersi a grandi conoscitori, stiamo tutti a casa senza sputar sentenze.
  • desideriamo che il nostro blog rimanga un posto dove guardare al bello, distrarsi dai pensieri negativi ed evadere per un po’ dalla routine quotidiana. Immaginiamo che, anche voi, avrete una televisione in casa, uno smartphone oppure un pc, molto probabilmente siete bombardati da notizie riguardanti la pandemia ventiquattro ore su ventiquattro, ci scuserete se, almeno qui, evitiamo l’argomento.

A questo punto vi starete chiedendo per quale motivo vi parliamo di una questione dicendovi di non volerne parlare. Domanda lecita a cui diamo subito una risposta.

Abbiamo da poco scoperto un’ottima alternativa per rendere la vostra quarantena un po’ più piacevole, utile e scorrevole. Tantissimi musei, tra cui i più importanti e conosciuti al mondo come i Musei Vaticani ed il Louvre di Parigi, hanno messo a disposizione dei tour virtuali online. Abbiamo trovato questa iniziativa davvero interessante, oltre che di grande impatto, pare che si cominci ad evitare scontri ed a capire che il mondo è uno solo e che siamo tutti nella stessa barca. Oggi, che siamo più che mai congelati in un momento, perché non godere di ciò che l’umanità ha reso non appassibile?

Qui di seguito troverete i link ai tour virtuali dei principali musei che hanno aderito a questa iniziativa.

Fateci sapere cosa ne pensate, abbiamo deciso di pubblicare oggi quest’articolo proprio perché si avvicina il week-end e speriamo davvero di darvi una mano a godervi un po’ di bellezza