Cosa portarsi per un viaggio al Cairo?

A differenza di ciò che pensate, e che pensavamo anche noi prima di partire, il caldo non si farà sentire molto se organizzate il vostro viaggio, come noi, verso metà febbraio. Il clima era intorno ai 20° ed il vento soffiava parecchio. Senza dubbio abbiamo scelto uno dei periodi migliori, immaginatevi cosa vorrebbe dire visitare la piana di Giza con 40° all’ombra! Di conseguenza, vi consigliamo di vestirvi a strati: pantaloni lunghi, scarpe comode ed una felpa vi basteranno. Come già accennato, il vento vi accompagnerà per tutto il vostro viaggio, quindi se soffrite di mal di gola o volete semplicemente evitare di tornare a casa con un po’ di raffreddore, portatevi una sciarpa leggera.

Per quanto riguarda la sera, le temperature si abbasseranno un po’, quindi una giacchetta in valigia non vi sarà di troppo disturbo. Un consiglio spassionato è quello di non andare in giro per Il Cairo con scarpe aperte. Purtroppo questa città non è in alcun modo pulita, c’è molta polvere e parecchia spazzatura sulle strade, a patto che voi non vi rechiate in zone lussuose. Che visitiate Il Cairo nel nostro stesso periodo o in piena estate, evitate infradito o saldali.

Ciò che non può assolutamente mancare sono gli occhiali da sole, è vero che qualche nuvola potreste trovarla, ma il cielo è quasi sempre soleggiato e terso, quindi riparatevi gli occhi e se siete particolarmente sensibili di pelle, utilizzate una buona protezione solare, il vento forse non vi farà sentire il caldo afoso, ma non appena tornerete in camera vedrete un bel colorito roseo farsi strada sulle vostre gote.

Perché fare un viaggio al Cairo?

a97bc06a-fc40-447f-8897-a8c7b489100fIn questo periodo, spesso e volentieri, temiamo di recarci in alcuni paesi. Purtroppo il mondo è cambiato in peggio e sempre più spesso ci sentiamo in pericolo. Detto ciò, è anche vero che viaggiare comporta sempre e comunque dei rischi, quindi in molti casi basta fare un po’ di attenzione e tutto andrà per il verso giusto.

Veniamo al dunque, l’Egitto è un paese che racchiude in se una storia millenaria, trovarsi davanti alle Piramidi non può essere paragonato a null’altro sulla faccia di questo mondo, avere la possibilità di calarsi giù attraverso il cubicolo che porta all’interno di queste tombe monumentali è un’esperienza indescrivibile, emozionante e ad alto tasso adrenalinico. Non c’è dubbio: l’Egitto almeno una volta nella vita dev’essere visitato, complice il fatto che, nonostante le differenze culturali e sociali, bastino circa quattro ore per raggiungerlo. Inoltre, se come noi vi dedicherete alla città del Cairo, non avrete bisogno di dieci giorni, ne basteranno tre o quattro per vedere le maggiori attrazioni. Il nostro sogno sarebbe stato visitare Il Cairo e poi salpare sulle acque del Nilo in crociera, in modo tale da giungere alla Valle dei Re, ad Abu Simbel e via dicendo. Purtroppo, per questa volta, non è stato possibile, ma non escludiamo la possibilità di vivere quest’esperienza nel prossimo futuro.

Se avete in mente una meta non troppo lontana e che vi colpisca davvero, mettete l’Egitto in cima alla lista dei desideri e leggete i nostri consigli, le raccomandazioni ed i racconti che non vediamo l’ora di rivelarvi.