Introduzione

Cos’è un viaggio? Beh, forse è un’esperienza, un momento di riposo, un momento in cui fare i conti con i propri demoni. A volte non è null’altro che la voglia di vedere un posto nuovo, diverso, particolare. Altre ancora nasce dal desiderio di conoscere una cultura, non solo da turisti. Capita che si vestano i panni degli autoctoni, o almeno ci si provi, e così si evade da ciò che ci riconduce alla realtà, alla routine, al lavoro. A volte il viaggio è una scoperta, altre è una sorpresa. Per taluni rappresenta un sogno, talmente tanto irreale che ci si limita a scorrere tante foto, ma mai ad esserne protagonisti. Per noi è tutto questo. Il nostro obiettivo è condividere, quanto più possibile, le esperienze, le emozioni, le risate, gli imprevisti. Non abbiamo intenzione di spiegarvi come si prenota un alloggio oppure una vettura, per queste cose ci sono milioni di guide. Vogliamo farvi entrare nella nostra camera d’albergo per farvi sdraiare su un letto da favola, ma anche su cuscini tanto bassi da sentirvi nelle profondità della terra. Desideriamo farvi salire in macchina, accendere la musica e viaggiare insieme a noi, perché è così che fanno gli amici. Intendiamo offrirvi il biglietto d’entrata per le più incredibili attrazioni del mondo, o calmarvi quando le turbolenze durante il volo si fanno sentire più del dovuto.

Multa Paucis è il nostro motto, una regola aurea che si infila in tutti i nostri viaggi. Significa “molte cose, in poche cose”. Nessuno qui vi consiglierà di spendere un occhio della testa per girare l’angolo, se cercate il lusso sfrenato, gli hotel a cinque stelle e le macchine veloci, forse non siete nel posto giusto. D’altronde per prenotare una camera a cinque stelle ci vuole poco, e noi saremmo di limitato aiuto. Il problema di queste dimore da capogiro sta nel fatto che spesso prescindano dalla meta che state visitando, che vi troviate negli Stati Uniti, in Grecia, o in Italia l’atmosfera sarà pressoché la stessa.

Impariamo a viaggiare nelle tradizioni, nelle culture, nelle persone. Notiamo il modo in cui ci saluta un indiano Navajo, diamo ascolto alla venditrice ambulante che ci regala un santino di San Gennaro.

Vogliamo portarvi con noi, non farvi vedere come si fa.

Come primi scatti scegliamo quelli di Milano, la nostra città. Rappresenta il punto di partenza di ogni nostra avventura, ed il punto di arrivo.

 

@Terracqueo