Dove dormire a Barcellona: Hotel Condal Mar

128672775Buongiorno ragazzi, oggi vi daremo qualche dritta perché possiate alloggiare a Barcellona stando vicino alle maggiori attrazioni e godendovi anche un po’ di mare. Partiamo dal presupposto che noi non abbiamo avuto un’ampia possibilità di scelta per decidere in quale hotel alloggiare, in quanto abbiamo prenotato tramite SmartBox, un’azienda produttrice di cofanetti regalo-vacanza. La Smartbox ci era stata regalata circa un anno prima rispetto al nostro soggiorno, di conseguenza abbiamo sfruttato l’occasione nel mese di aprile dell’anno dopo, scegliendo di soggiornare a Barcellona. Purtroppo, nonostante l’offerta di hotel di Barcellona fosse abbastanza ampia, avendo alloggiato nel periodo di Pasqua, la maggior parte delle soluzioni era già prenotata, abbiamo quindi scelto (un po’ forzatamente) l’hotel Condal Mar ****.

20190421_233112

Questo hotel si trova vicino al mare, non propriamente nella zona super centrale di Barcellona, nonostante ciò, le soluzioni per arrivare in centro sono semplici e veloci, sia per quanto riguarda i mezzi pubblici, attraverso i quali impiegherete circa venti minuti per raggiungere la zona più centrale, sia in auto (taxi o Uber), con i quali ci metterete circa un quarto d’ora, spendendo 10/15€. Come sapete, uno di noi aveva una caviglia slogata, quindi abbiamo optato quasi sempre per Uber, spendendo un po’ meno rispetto al taxi e riuscendo a visitare Barcellona in maniera abbastanza veloce ed ordinata, evitando lunghe camminate che erano, evidentemente, fuori discussione causa infortunio. Entrando finalmente nel merito dell’hotel Condal Mar, possiamo confermarvi la sua comodità a livello di zona, inoltre questo albergo è pulitissimo, molto curato e gestito da persone capaci ed estremamente disponibili. Le camere sono spaziose e provviste di tutti i comfort utili a vivere un soggiorno in comodità, viene fornito un set da bagno a persona che viene rinnovato ogni qualvolta si esaurisce un prodotto. Dobbiamo, inoltre, spendere una buona parola per la colazione che si svolge tutti i giorni al piano terra, l’offerta è ampia, sia dolce che salata.

thumb_IMG_6480_1024

 

L’unico difetto da segnalare è il ristorante. Il principale consiglio che possiamo darvi è di pranzare e cenare fuori, noi siamo soliti consumare un’importante colazione in modo da non appesantirci a pranzo, e cenare fuori dopo la nostra giornata di esplorazione. E’ proprio così che si sono svolti i nostri giorni a Barcellona, se non fosse che una sera abbiamo cenato in hotel per comodità e stanchezza. Il cibo, onestamente, non è male, ma il servizio è molto lento e raffazzonato, probabilmente perché non sono specializzati i pasti completi, il personale è molto inferiore (di numero) rispetto a quanto ne servirebbe per servire ai tavoli.

Nonostante questo piccolo difetto, vi consigliamo senza dubbio questo hotel, un buon compromesso tra il centro di Barcellona, il mare (se la visitate d’estate) e la tranquillità delle zone meno turistiche. Se necessitate di qualche informazione in più o desiderate prenotare una camera, ecco a voi il link diretto a Booking 🙂

 

Dove dormire a Momemvasia: Lekka’s House

C_2_articolo_3220873_upiFoto1F
Kastro (Foto dal Web)

Buongiorno ragazzi, oggi vi parleremo di un alloggio chiamato Lekka’s House, che si trova a Monemvasia. Innanzitutto, però, ci piacerebbe presentarvi un po’ questo remoto comune a sud del Peloponneso. Si tratta di un piccolo borgo di poco più di ventimila anime che, in sostanza, si divide in due. C’è la parte nuova, quella situata sulla costa, e poi c’è la parte medievale, collegata alla terra tramite un ponte roccioso di pochi chilometri che ha tutto un altro aspetto rispetto a ciò che vi aspettereste di vedere in Grecia. Questa parte caratteristica si chiama Kastro ed è un fantastico susseguirsi di viottoli in pietra, ciottolati e belle abitazioni tipiche e colorate. Ma dove alloggiare in zona? Dipende molto dal momento dell’anno in cui decidete di visitare questa strana località della Grecia, se avete la fortuna di poter partire nei mesi meno turistici, vi consigliamo di alloggiare proprio sul Kastro, dove troverete ottimi hotel a prezzi onesti e dalla bellezza autentica. Se, come noi, visiterete Monemvasia ad agosto, potete prendere tre differenti strade.

  • Alloggiare sulla costa ed evitare così il Kastro, caratterizzato da prezzi eccessivamente alti durante la stagione turistica e forte affollamento.
  • Alloggiare sul Kastro, ma mettere in conto l’idea di sborsare una quantità di denaro un po’ alta in relazione ai giorni in cui dormirete qui.
  • Alloggiare sulla costa, ma riservarvi di prenotare una notte sul Kastro, riuscendo così a bilanciare il desiderio di una bella esperienza e la voglia di non spendere troppo.

Se qualcuno ci avesse dato questi consigli, avremmo probabilmente scelto l’ultima opzione, ma nessuno parla mai di questo posto, in effetti non è una meta estremamente turistica, né famosa e commerciale, nonostante l’enorme quantità di gente che, alla fine, per caso o per voglia, troverete qui nei mesi estivi. Ma ora, bando alle ciance, vi parliamo dell’alloggio a cui ci siamo appoggiati per visitare questa zona. Si tratta del Lekka’s House, una sorta di condominio, a pochi metri dal ponte del Kastro. Partiamo con i punti a favore legati a questa sistemazione. Le camere sono molto spaziose, tendenzialmente spartane, i balconi sono di dimensioni molto comode, adatti ad una cena fuori ed il panorama che si gode da qui è davvero speciale. Purtroppo però, abbiamo qualche critica da muovere verso il Lekka’s House. I gestori, marito e moglie di una certa età, non parlano nessuna lingua se non il greco, il che di per se non costituisce alcun difetto, se non per il fatto che gestire un alloggio equivale ad avere a che fare con i viaggiatori, per la maggior parte stranieri, che giungono in questa zona. Le camere sono spartane, ma lo sono fin troppo. Nonostante ci fosse chiaramente indicata la presenza di accessori e fornelli per cucinare, il tutto è equivalso ad un fornellino da campeggio e due stoviglie vecchie di dubbia provenienza. Il letto era molto scomodo ed i cuscini talmente sottili da dover trovare soluzioni alternative per non svegliarsi con la testa… sul Kastro! Anche in questo caso abbiamo notato un po’ di invadenza da parte dei proprietari, che entravano in camera nonostante la targhetta “DO NOT DISTURB”. In generale, questo posto non ci ha fatto impazzire, ma non ci sentiamo neanche di catalogarlo tra quelli da sconsigliare totalmente, dipende molto dalle vostre esigenze ed abitudini.

9210952
Lekka’s House (Booking)

Dove dormire ad Atene: un Airbnb da ricordare

84808b9a-e848-487b-8dd1-d04211475033
Appartamento di Mike (Airbnb)

Oggi vogliamo parlarvi in un appartamento prenotato tramite Airbnb nel centro di Atene. Anche in questo caso, ci siamo trovati molto bene, in particolare con il nostro host: Mike! E’ un ragazzo ateniese, sulla trentina (almeno quando l’abbiamo conosciuto noi), simpatico, alla mano e molto disponibile. Tiene il suo appartamento in maniera ottimale, l’arredamento è molto minimal e funzionale, vogliamo spendere due parole anche per la pulizia, quasi maniacale, di questo appartamento. Purtroppo in Grecia non è sempre così, con questo non intendiamo dire che i greci siano sporchi, ma che siano approssimativi è indubbio. Abbiamo girato la Grecia in lungo ed il largo per anni, e la pulizia che abbiamo trovato qui, l’abbiamo trovata solo a Santorini, al Nomikos Villas. Ma torniamo a noi ed a Mike. Il suo appartamento si trova a metà tra piazza Syntagma ed il quartiere Monastiraki, è quindi vicinissimo alla Plaka ed alle sue attrazioni principali.

Si trova al terzo piano ed è dotato di una cucina, dove se volete, potete cucinare in autonomia e risparmiare sui ristoranti, un grande, comodissimo e rilassante soggiorno ed un letto a due piazze molto comodo. Gli unici due nei sono le scale ed il bagno, ora saremo più chiari. Come sapete, la Grecia è in forte crisi economica ormai da anni, questo ha contribuito ad un’incuria totale verso quelle che sono considerate questioni più marginali. Per esempio, in questo caso, l’appartamento è molto valido, ma le scale per arrivare in cima sono strettissime ed abbastanza sporche, sulla dimensione, ovviamente, si può chiudere un occhio, essendo una questione strutturale legata al palazzo e quindi non dipendente dai condomini, ma sulla sporcizia no. Insomma, quando siamo arrivati davanti al palazzo ed abbiamo camminato lungo le scale per arrivare al loft, abbiamo avuto una bruttissima sensazione, quasi come se stessimo per approdare in una truffa bella e buona. L’altro piccolo difetto risiede nel bagno dell’appartamento, veramente minuscolo e scomodo da utilizzare senza andare a sbattere contro qualunque spigolo. Nonostante queste piccole critiche, sicuramente migliorabili da parte dell’host, non possiamo che consigliarvi l’appartamento di Mike, assolutamente centrale, pulito e comodissimo per visitare Atene. Cliccate qui per prenotare tramite Airbnb.

69b94d27-58c4-4fd9-8cb0-ebb6cc2d5649
Appartamento di Mike (Airbnb)

The Venetian Resort-Hotel-Casino

img_5243

Questo non è solo un hotel, è una città. Partiamo dal tema che lo caratterizza ovvero “Venezia”. Questo resort è del tutto ispirato ad una delle più belle città italiane, con tanto di gondole e gondolieri, boutique di lusso, calle e ponti veneziani. Non esitate e fate un giro per l’hotel perché troverete di tutto e di più. All’interno ci sono ristoranti, fast food, negozio di vario genere e target e non dimenticate di fare un giro al casinò per giocare qualche mano o tenervi un biglietto come souvenir della vostra visita a Las Vegas. Ora parliamo delle stanze, per farlo vi descriveremo la nostra esperienza. Appena dopo il check-in, ci è stata data una camera al 35 piano, attraversiamo l’enorme hall e prendiamo l’ascensore per salire fin lassù. Diciamo che più che una camera era un appartamento composto da due bagni, uno piccolino ed uno più grande con tanto di vasca idromassaggio e doccia per due, una camera da letto spaziosa e molto comoda, l’angolo cottura in marmo ed un salottino con divano e tv. Il letto era davvero molto comodo e la vista sulla piscina dall’alto è stata la ciliegina sulla torta.

img_0165

 

Sparrows Lodge: un’oasi nel deserto della California

Visitare la rilassante Palm Springs alloggiando allo Sparrows Lodge vi farà vivere un’esperienza di indimenticabile fascino ed eleganza. 5193067a-fe2e-4512-a21f-901d3727b8e4

Lo stato della California, sia d’estate che d’inverno, è sempre una meta perfetta per un viaggio on-the-road negli Stati Uniti, e se passate per la Coachella Valley, non potrete fare a meno di una deviazione per Palm Springs. La cittadina è famosa proprio per i palmeti, come suggerisce il nome, e per il caldo secco di cui è investita per la maggior parte dell’anno.  Qui troverete lo Sparrows Lodge, un posto magico, romantico e dallo stile tipicamente americano. I lodge sono totalmente in legno, dotati di aria condizionata e patio interno dove sorseggiare un drink, arredati in uno stile moderno e confortevole che non trascura alcun dettaglio.

La vasca da bagno in perfetto stile western ne è l’esempio, potrete godervi un bagno rilassante dopo una giornata di visita nel vicino Palm Springs Art Museum. Tutte le camere si trovano ad un passo da una casetta in legno in cui ogni mattina viene servita una colazione con ottimi prodotti a chilometro zero, sul tavolo troverete uova, latte di mandorla, caffè caldo e molto altro per iniziare la giornata con il piede giusto. Dopo un dolce inizio, non vedrete l’ora di farvi cullare dall’acqua della piscina che sorge proprio davanti alla zona colazione,  dove ascolterete musica rilassante ed avvertirete il profumo d’incenso sapientemente sparso per l’intero complesso. Qui vicino, troverete una vasca idromassaggio, più intima e raccolta, per chiudere gli occhi e riposare ancor di più. Non esitate e chiedete un bicchiere di buon vino californiano ed uno spuntino che vi verrà servito in graziosi piatti di legno. La sera, poco prima di addormentarvi, uscite dalla vostra camera ed unitevi agli altri ospiti nella zona centrale della struttura, dove troverete un pergolato dalle decorazioni floreali ed un focolare dove arrostire marshmallows e condividere i vostri pensieri e le vostre esperienze.

Per prenotare una camera allo Sparrows Lodge e rilassarti in un luogo magico, clicca qui.

Ristorante “Al Cantinone”: un vero pasto milanese

1
Foto dal Web

Pensate di trovarvi a Milano, di essere venuti in città per ammirarne i monumenti, i musei, le vie, i negozi e le stradine, la caoticità del giorno e la tranquillità della sera. Molto probabilmente, se siete turisti, vi troverete in una zona discretamente centrale, o forse, anche in zona Duomo, la più centrale che ci sia. Sappiamo già cosa state pensando, avete la convinzione, che in effetti attanaglia anche noi quando visitiamo una nuova città, che i ristoranti del centro siano tutti molto turistici, di conseguenza si mangia male, si spende molto e non si ha un servizio in linea con quello che stavate cercando. Invece, in questo caso, vogliamo provare a rompervi le uova nel paniere e consigliarvi un ristorante che “più in centro non si può”, il ristorante “Al Cantinone”. Il posto è molto grande, quindi di solito non si fatica particolarmente a trovare un tavolo, ma vi consigliamo comunque di prenotare, anche in giornata, per avere la certezza di riuscire a sedervi. Inoltre, in caso chiamaste e vi dessero una risposta negativa, considerate la possibilità di andare in Via dell’Unione, dove “Al Cantinone” ha aperto i battenti proponendo gli stessi piatti e gli stessi sapori, ma soprattutto la stessa atmosfera. Quello di cui vi stiamo parlando noi è il ristorante che si trova in Via Agnello, proprio dietro a Piazza del Duomo, non lontano troverete l’altro locale, nei pressi di Via Torino.

Vogliamo però entrare finalmente nel merito e parlarvi del motivo principale per il quale ci si reca in un ristorante: il cibo!

Il menu è abbastanza vasto, potrete scegliere tra carne o pesce, ma vi consigliamo senza ombra di dubbio la carne, si tratta di un locale di stampo e tradizione milanese, quindi perché non assaggiare un buon risotto con l’ossobuco oppure una vera cotoletta alla milanese? Partite, però, dagli antipasti, un grandissima varietà di salumi, formaggi, verdure, polentine con tartufo o gorgonzola, insomma, un’esplosione di sapori ed un’ esperienza pluriennale che si sente e si riconosce al primo boccone. Per quanto riguarda i primi, vorremmo consigliarvi i risotti, di cui non siamo troppo amanti, ma a maggior ragione, li abbiamo trovati buonissimi. A parte la cottura del riso, che non è sempre facile azzeccare, sono tutti conditi con profumi, sapori e gusti davvero “gourmet”, noi abbiamo assaggiato il risotto all’Amarone, robiola e salame, una bontà unica.

Vi consigliamo, anche se ne capiamo la difficoltà, di non esagerare con gli antipasti, perché fareste fatica a mangiare il secondo ed è veramente un peccato. Ricordate, le porzioni non sono assolutamente “da uccellini”, quindi non esagerate al momento dell’ordinazione. Anche in questo caso avrete davanti agli occhi varie proposte, tutte buonissime, ovviamente la cotoletta alla milanese rimane una vera squisitezza. Anche i dolci sono molto buoni, classici e senza grandissime pretese in fatto di originalità, vi consigliamo il tiramisù, un dolce che sembra facile e scontato, ma in realtà richiede precisione ed abilità.

Insomma, non uscirete certamente dal Cantinone con la pancia vuota, anzi, potreste sentirvi un po’ appesantiti, questo non tanto per la qualità degli ingredienti, quanto per la conosciutissima peculiarità della cucina nordica di non essere propriamente leggera. Noi siamo rimasti assolutamente soddisfatti dell’esperienza gastronomica, speriamo che sia lo stesso per voi e fateci sapere cosa ne pensate 🙂

2
Foto dal Web

Bigoi Past Food: un fast food tutto italiano

 

Bigoi Past Food

Buongiorno cari amici,

come sapete, se c’è una cosa che ci piace da impazzire è provare nuovi ristoranti e parlarvene qui, in modo che possiate sperimentarli anche voi, ma soprattutto, in modo che possiate gustare tante specialità italiane od etniche. Oggi vi parliamo di un posticino aperto da poco a Milano ed in una sola ed unica location, il centro commerciale in zona Bicocca chiamato Bicocca Village, nell’omonima zona della città. Qui troverete moltissimi posti in cui cenare con qualcosa di veloce e gustoso, dopo o prima il cinema, che si trova al secondo ed ultimo piano. Ecco che in questi giorni, dopo vari tentativi, siamo riusciti a prenderci una serata per rilassarci e siamo andati a vedere un film con l’intento di mangiare qualcosa prima. Era un po’ che ronzavamo attorno a questo posto, ma tra una cosa e l’altra, non ci siamo mai entrati. L’altra sera, invece, abbiamo preso coraggio ed abbiamo fatto benissimo. La location è molto carina, si tratta di tavolate in legno, cibo in bella vista, personale carino e simpatico e soprattutto una pasta da leccarsi i baffi. Il posto si chiama “Past Food Bigoi” ed il nome è davvero azzeccato: nel giro di un minuto avrete il vostro piatto, una pasta all’uovo dal sapore antico con sughi veramente tanto buoni, insomma, non avrete la sensazione di mangiare cibo spazzatura, ma di gustare un vero e proprio pasto gourmet.

Le proposte non sono moltissime, ma bastano per stuzzicare la curiosità e, soprattutto, esistono proposte di verdure, di carne e di pesce. Noi abbiamo preso una porzione di pasta al ragu bolognese ed un’altra porzione al ragu d’anatra, dobbiamo dirvi onestamente che non sappiamo scegliere quale dei due ci è piaciuto di più. Il sugo è bello corposo, per nulla annacquato, nè insapore. La pasta, essendo ruvida, assorbe bene il condimento ed il risultato è paradisiaco. Non ci aspettavamo assolutamente di mangiare così bene con soli 20 euro in due. Un’altra cosa che ci ha colpito particolarmente è stata la bibita, se chiederete una Coca-Cola, vi diranno che non hanno la Coca vera e propria, ma una versione tutta italiana chiamata Molecola, una cola molto buona prodotta in piemonte.

A noi è piaciuto molto, ci ha portato un po’ nell’Italia dei paesini e delle cose buone, speriamo che anche per voi sia così.

img_0966
Bigoi Past Food

Dove dormire a Lima? Belma Boutique Bed&Breakfast

Lima è una città molto grande e la scelta di hotel, B&B o case private è assolutamente ampia ed estremamente valida. Oggi vi parliamo del luogo dove abbiamo alloggiato noi, un bed&breakfast che non ha nulla da invidiare ad un hotel di lusso.

0a869ef4-cbbe-4aac-82c9-d1f840043c0e
Giardinetto esterno del Belma Boutique B&B

Si tratta del Belma Boutique Bed&Breakfast, ubicato nel quartiere Miraflores, uno dei più belli di Lima. Qui è tutto curato nei minimi dettagli, dalla reception alle camere, dalla colazione ai servizi offerti alla clientela. Arrivati dopo tante ore di volo, essendo mattina, siamo andati subito a fare colazione e siamo rimasti piacevolmente stupiti.

0347a191-29fa-40de-9d5b-c8dc093fd367
Colazione

Vi verranno offerte moltissime opzioni, tra cui frutta fresca, yogurt, muffin, cereali, omelette e pancakes fatti al momento con gli ingredienti che più preferite, caffè, cappuccino e via dicendo. Saliti in camera abbiamo appezzato la cura e la pulizia della stessa, oltre all’arredamento moderno e funzionale che rende il tutto ancora più bello. Nonostante ci si trovi nel centro di Lima, le camere sono tranquille e silenziose. Ci teniamo a spendere una parola di riguardo per il personale che è stato impeccabile dall’inizio alla fine. La struttura è gestita da una donna molto giovane e carina e da un ragazzo che, oltre ad accogliere la clientela, si occupa della preparazione della colazione. Pensate che siamo partiti per Paracas alle 3 del mattina e ci hanno fatto trovare la colazione pronta per il viaggio, un’attenzione che ci ha fatto molto piacere.

Vi consigliamo senza riserve questo b&b anche per il rapporto qualità prezzo, abbiamo speso 219€ per 3 notti, un prezzo giusto ed onesto, considerando i servizi offerti, la bellezza e la praticità delle camere e l’ottimo personale 🙂 Cliccate qui per prenotare una camera.

Dove mangiare a Lima? Ristorante “CARNAL”, un mix tra buona cucina ed atmosfera romantica

Buongiorno a voi, cari amici, quest’oggi vi parleremo del ristorante CARNAL, una vera e propria chicca nel centro della città di Lima. Partiamo dal presupposto che questo luogo viene preso d’assalto, soprattutto nei week end, quindi vi conviene prenotare per sicurezza. Il ristorante si trova in zona Miraflores, per noi è stato molto comodo e facile arrivarci, ci abbiamo messo circa 8 minuti di Uber dal nostro hotel, che si trovava proprio in questa zona. E’ in ogni caso raggiungibile facilmente anche da Barranco o da qualunque altra zona che ospiterà il vostro alloggio nella capitale peruviana.

La bellezza di questo ristornate si vede già dall’entrata, una grande porta di vetro, molto discreta, ma estremamente elegante. Il personale vi accoglierà con il sorriso e vi accompagnerà al vostro tavolo, portandovi subito pane e burro, con varie salsine aggiuntive (buonissime!). Una volta accomodati, vi guarderete in giro e vi renderete conto di quanta atmosfera conferirà questo posto alla vostra cena, i locali sono ampi, la luce è soffusa e l’arredamento è moderno e curato. Il menù è abbastanza vasto e, come il nome suggerisce, la portata principale è la carne rossa. Vi consigliamo senza riserve il filetto, buonissimo, altissimo ed accompagnato da ottime patate. Un’altra buona parola dev’essere spesa per i dolci che sono assolutamente fantastici, in particolare, vi consigliamo di assaggiare il Chocolate Caramel Brownie, un dolce fantastico, super calorico, servito con gelato alla vaniglia, non ve ne pentirete.

aa4e8527-436c-40f5-91a7-0a655d8694d0
Menu “CARNAL”

Il personale è altamente qualificato, sono tutti molto educati, sorridenti e professionali. Il nostro conto è stato di circa 240 Soles, quasi 70€, un prezzo onesto per quello che abbiamo mangiato, considerando la location, l’ottima qualità delle materie prime ed il servizio ricevuto.

Se deciderete di provarlo, fateci sapere come vi trovate 🙂

Indirizzo: Calle Elias Aguirre 698, Miraflores, Lima. Tel: +51 1 243 3088

 

Dove mangiare a Lima? “La Bodega de la Trattoria”

Questo è un altro dei ristoranti che vi consigliamo vivamente di provare a Lima: ci troviamo, anche in questo caso, nel quartiere Miraflores e siamo venuti qui la seconda sera sul presto perché saremmo dovuti partire la notte stessa per Paracas e non avevamo molta voglia di allontanarci dal nostro hotel. Questa tavola calda ci è stata consigliata da molti ed abbiamo deciso di testarla, senza pentircene, soprattutto per la comodità e la vicinanza al nostro b&b.

Si tratta di un posto molto accogliente, dai colori caldi e vivaci, dove gustare molti piatti a dei prezzi più che ragionevoli. Gli interni ricordano un po’ l’Italia degli anni ’80, quadretti sparsi qua e là, piante e lunghi banconi. Il personale è gentile ed educato, il menu è ampio ed i piatti sono abbondanti. Noi abbiamo osato un po’, prendendo la mozzarella in carrozza, che abbiamo trovato buona, nonostante non fosse esattamente come “quella vera”, una lasagna, anch’essa valida e dei churros accompagnati da una salsa al cioccolato come dessert. Abbiamo speso più o meno 90 Soles, che equivalgono a circa 25€.

“La Bodega de la Trattoria” è una catena, per questo motivo ne troverete ben sette solo a Lima, insomma, pare che tra i locali sia un’istituzione. L’ambiente è molto rilassato e se fossimo stati a Lima qualche giorno in più, ci sarebbe piaciuto tornarci. E’ un locale in cui si può gustare sia un pranzo veloce e frugale, che una cena un po’ più tranquilla.

Indirizzo: Av. Armendariz 299. Tel: 446 5672