Bigoi Past Food: un fast food tutto italiano

 

Bigoi Past Food

Buongiorno cari amici,

come sapete, se c’è una cosa che ci piace da impazzire è provare nuovi ristoranti e parlarvene qui, in modo che possiate sperimentarli anche voi, ma soprattutto, in modo che possiate gustare tante specialità italiane od etniche. Oggi vi parliamo di un posticino aperto da poco a Milano ed in una sola ed unica location, il centro commerciale in zona Bicocca chiamato Bicocca Village, nell’omonima zona della città. Qui troverete moltissimi posti in cui cenare con qualcosa di veloce e gustoso, dopo o prima il cinema, che si trova al secondo ed ultimo piano. Ecco che in questi giorni, dopo vari tentativi, siamo riusciti a prenderci una serata per rilassarci e siamo andati a vedere un film con l’intento di mangiare qualcosa prima. Era un po’ che ronzavamo attorno a questo posto, ma tra una cosa e l’altra, non ci siamo mai entrati. L’altra sera, invece, abbiamo preso coraggio ed abbiamo fatto benissimo. La location è molto carina, si tratta di tavolate in legno, cibo in bella vista, personale carino e simpatico e soprattutto una pasta da leccarsi i baffi. Il posto si chiama “Past Food Bigoi” ed il nome è davvero azzeccato: nel giro di un minuto avrete il vostro piatto, una pasta all’uovo dal sapore antico con sughi veramente tanto buoni, insomma, non avrete la sensazione di mangiare cibo spazzatura, ma di gustare un vero e proprio pasto gourmet.

Le proposte non sono moltissime, ma bastano per stuzzicare la curiosità e, soprattutto, esistono proposte di verdure, di carne e di pesce. Noi abbiamo preso una porzione di pasta al ragu bolognese ed un’altra porzione al ragu d’anatra, dobbiamo dirvi onestamente che non sappiamo scegliere quale dei due ci è piaciuto di più. Il sugo è bello corposo, per nulla annacquato, nè insapore. La pasta, essendo ruvida, assorbe bene il condimento ed il risultato è paradisiaco. Non ci aspettavamo assolutamente di mangiare così bene con soli 20 euro in due. Un’altra cosa che ci ha colpito particolarmente è stata la bibita, se chiederete una Coca-Cola, vi diranno che non hanno la Coca vera e propria, ma una versione tutta italiana chiamata Molecola, una cola molto buona prodotta in piemonte.

A noi è piaciuto molto, ci ha portato un po’ nell’Italia dei paesini e delle cose buone, speriamo che anche per voi sia così.

img_0966
Bigoi Past Food

Ristorante “Al Cantinone”: un vero pasto milanese

1
Foto dal Web

Pensate di trovarvi a Milano, di essere venuti in città per ammirarne i monumenti, i musei, le vie, i negozi e le stradine, la caoticità del giorno e la tranquillità della sera. Molto probabilmente, se siete turisti, vi troverete in una zona discretamente centrale, o forse, anche in zona Duomo, la più centrale che ci sia. Sappiamo già cosa state pensando, avete la convinzione, che in effetti attanaglia anche noi quando visitiamo una nuova città, che i ristoranti del centro siano tutti molto turistici, di conseguenza si mangia male, si spende molto e non si ha un servizio in linea con quello che stavate cercando. Invece, in questo caso, vogliamo provare a rompervi le uova nel paniere e consigliarvi un ristorante che “più in centro non si può”, il ristorante “Al Cantinone”. Il posto è molto grande, quindi di solito non si fatica particolarmente a trovare un tavolo, ma vi consigliamo comunque di prenotare, anche in giornata, per avere la certezza di riuscire a sedervi. Inoltre, in caso chiamaste e vi dessero una risposta negativa, considerate la possibilità di andare in Via dell’Unione, dove “Al Cantinone” ha aperto i battenti proponendo gli stessi piatti e gli stessi sapori, ma soprattutto la stessa atmosfera. Quello di cui vi stiamo parlando noi è il ristorante che si trova in Via Agnello, proprio dietro a Piazza del Duomo, non lontano troverete l’altro locale, nei pressi di Via Torino.

Vogliamo però entrare finalmente nel merito e parlarvi del motivo principale per il quale ci si reca in un ristorante: il cibo!

Il menu è abbastanza vasto, potrete scegliere tra carne o pesce, ma vi consigliamo senza ombra di dubbio la carne, si tratta di un locale di stampo e tradizione milanese, quindi perché non assaggiare un buon risotto con l’ossobuco oppure una vera cotoletta alla milanese? Partite, però, dagli antipasti, un grandissima varietà di salumi, formaggi, verdure, polentine con tartufo o gorgonzola, insomma, un’esplosione di sapori ed un’ esperienza pluriennale che si sente e si riconosce al primo boccone. Per quanto riguarda i primi, vorremmo consigliarvi i risotti, di cui non siamo troppo amanti, ma a maggior ragione, li abbiamo trovati buonissimi. A parte la cottura del riso, che non è sempre facile azzeccare, sono tutti conditi con profumi, sapori e gusti davvero “gourmet”, noi abbiamo assaggiato il risotto all’Amarone, robiola e salame, una bontà unica.

Vi consigliamo, anche se ne capiamo la difficoltà, di non esagerare con gli antipasti, perché fareste fatica a mangiare il secondo ed è veramente un peccato. Ricordate, le porzioni non sono assolutamente “da uccellini”, quindi non esagerate al momento dell’ordinazione. Anche in questo caso avrete davanti agli occhi varie proposte, tutte buonissime, ovviamente la cotoletta alla milanese rimane una vera squisitezza. Anche i dolci sono molto buoni, classici e senza grandissime pretese in fatto di originalità, vi consigliamo il tiramisù, un dolce che sembra facile e scontato, ma in realtà richiede precisione ed abilità.

Insomma, non uscirete certamente dal Cantinone con la pancia vuota, anzi, potreste sentirvi un po’ appesantiti, questo non tanto per la qualità degli ingredienti, quanto per la conosciutissima peculiarità della cucina nordica di non essere propriamente leggera. Noi siamo rimasti assolutamente soddisfatti dell’esperienza gastronomica, speriamo che sia lo stesso per voi e fateci sapere cosa ne pensate 🙂

2
Foto dal Web

Dove alloggiare per visitare il Machu Picchu

Come ormai sapete, ci piace essere precisi ed aiutarvi realmente ad organizzare i vostri viaggi. Purtroppo ci siamo accorti che sul Web ci sono informazioni molto contrastanti e poco chiare sugli argomenti inerenti al Machu Picchu. Perciò, da questo momento in poi, a parte un articolo dedicato interamente al Machu Picchu ed alla sua immensa bellezza, vi daremo delle informazioni pratiche per far sì che voi possiate godervi la vostra visita al cento per cento. A questo proposito, inizieremo a parlarvi dei tre posti che, a nostro avviso, sono i migliori per soggiornare la notte prima della vostra gita.

Le opzioni sono tre e sono le seguenti

  1. Urubamba: questo piccolo paese si trova a circa 30 minuti d’auto da Ollontaytambo, un altro piccolo paese dal quale prenderete, se volete, il treno per arrivare ad Aguas Calientes. Urubamba è un luogo assolutamente anonimo, non c’è nulla da vedere e nulla da fare, anche se può fungere da base per visitare Maras, Moray e Chincero che si trovano a circa trenta/quaranta minuti di auto. Qui troverete vari hotel molto carini e per tutte le tasche, mentre ci sono davvero pochi ristoranti, quindi sarete più o meno obbligati a mangiare in hotel.
  2. Ollantaytambo: se deciderete di prendere il treno per raggiungere Aguas Calientes, sappiate che Ollantaytambo rappresenta in assoluto la scelta più comoda. E’ proprio da qui, infatti, che partono i mezzi di trasporto. Inoltre, il paese è molto carino e raccolto, pieno di bar e ristoranti semplici, ma di tutto rispetto. Anche qui troverete alcune bancarelle e negozi dove acquistare qualche souvenir da portarvi a casa.
  3. Aguas Calientes: alloggiare ad Aguas Calientes è senza dubbio la soluzione più comoda ed anche più bella. Una volta arrivati qui, sarete davvero immersi in un tripudio di colori, suoni, mercati, ristoranti e tavole calde. L’unico tasto dolente è il fatto che alloggiando proprio sotto al Machu Picchu, i prezzi aumenteranno un po’ rispetto alle altre due soluzioni. Detto ciò, se un viaggio in Perù può essere annoverato nella categoria di viaggi low cost, al Machu Picchu ed intorno ad esso, sarà tutto molto più costoso rispetto al resto del paese.

Fate molta attenzione a questa informazione: quando prenotate il vostro hotel nei pressi del Machu Picchu, guardate bene sulla mappa offerta dal sito di prenotazione il luogo esatto dove si trova il vostro albergo. Se digitate Machu Picchu come destinazione del vostro soggiorno, il programma probabilmente vi segnalerà sistemazioni ad Urubamba, ad Ollantaytambo e ad Aguas Calientes. Non rischiate di prenotare ad Aguas Calientes senza sapere come arrivarci, o ancora peggio, prenotando il treno da Ollantaytambo uno dei giorni in cui vi trovate già ad Aguas Calientes.

Ecco a voi una serie di hotel dove alloggiare nei tre luoghi sopracitati, per facilitarvi la consultazione, andremo in ordine crescente di prezzo:

URUBAMBA:

  • San Agustin Monasterio de la Recoleta **** > 72€ a notte
  • Tierra Viva Valle Sagrado Urubamba **** > 72€ a notte
  • La Casona de Yucay Valle Sagrado **** > 135€ a notte
  • Belmond Hotel Rio Sagrado ***** > 263€ a notte

OLLANTAYTAMBO:

  • Sol Ollantay Hotel *** > 68€ a notte
  • Del Pilar Ollantaytambo **** > 89€ a notte

 

AGUAS CALIENTES:

  • Hotel Taypikala Machu Picchu **** > 92€ a notte

 

  • Casa del Sol Machu Picchu **** > 182€ a notte
  • Sumaq Machu Picchu Hotel ***** > 262€

Dove NON dormire ad Urubamba: hotel Wayqey Lodge

Scrivere cattive recensioni non è una pratica che ci appassiona particolarmente, non siamo tipi estremamente giudicanti ed, in generale, ci adattiamo facilmente alla situazione. Il viaggio è fatto anche di imprevisti e, come tali, vanno affrontati. Inoltre, cerchiamo spesso di trovare il buono da tutte le parti, il problema è che questo hotel ha faticato davvero molto a farci ricredere. Andremo per punti in modo tale da spiegarvi, nel migliore dei modi, quali sono state le nostre motivazioni e le nostre ragioni.

  1. Strada impossibile da percorrere: una delle prime cose che abbiamo notato ed abbiamo trovato estremamente fastidiosa è stata la difficoltà che abbiamo avuto nel raggiungere la struttura. Sostanzialmente, il Wayqei Lodge, si trova all’interno di una stradina, di notte molto buia e di giorno praticamente deserta. Pare che negli ultimi mesi stiano facendo dei lavori di tipo fognario in zona, questo significa che da un certo punto in poi, essendoci ovviamente operai al lavoro e strada non asfaltata e chiusa, non è possibile raggiungere l’hotel in taxi nel modo più assoluto. L’unica modalità per arrivare a destinazione è andare a piedi, e fin qui nessun problema, se non fosse che la strada è un misto indistinto tra acqua e fango, potete immaginare autonomamente la fatica che si possa fare a portarsi le valigie in spalla (ovviamente non potete trascinarle a terra) per oltre trecento metri a piedi. Al nostro arrivo, comunicando il malcontento per l’accaduto, ci è stato detto che era stata inviata una mail riguardo la presenza di lavori nelle vicinanze. Mail, senza dubbio, mai arrivata. Se avessero avvisato avremmo almeno avuto la possibilità di scegliere se soggiornare o meno, diversamente, si tratta di una truffa bella e buona.
  2. NON presenza di acqua corrente, luce e riscaldamento: considerate che il Perù nel mese di agosto è tutto tranne che caldo, il clima arriva a massimo venti gradi durante il giorno, abbassandosi fino a quattro/cinque gradi durante la notte. E’ evidente che serva, necessariamente, un impianto di riscaldamento, o almeno una stufa per scaldarsi. L’uso di non avere il riscaldamento, purtroppo, pare sia abbastanza comune. In effetti gli unici hotel in cui l’abbiamo trovato sono stati quelli di Paracas e Cusco, dobbiamo però dire che in tutti gli altri posti ci sono state offerte delle soluzioni per ovviare al problema, come stufe o coperte pesanti. In questo caso non c’è stato davvero nessun aiuto, a parte un calorifero elettrico presente in stanza assolutamente NON funzionante. Inoltre, al nostro arrivo, siamo stati al buio per circa quattro ore, per fortuna, non siamo arrivati durante la notte. Tanto per gradire e non farci mancare nulla, nel corso del nostro soggiorno abbiamo avuto quasi un’intera giornata senza acqua corrente e conseguente impossibilità di lavarsi, mangiare ed andare in bagno.
  3. Sporcizia: è stato abbastanza strano quest’aspetto, motivo per cui non è stato subito palese che ci trovassimo in un posto assolutamente sporco. Entrando in camera e, man mano, esplorando le varie stanze, ci si accorge dello sporco presente in ogni dove. Polvere, coperte dall’odore strano, lenzuola che sembrano tutto tranne che fresche di bucato. Insomma, una situazione davvero vergognosa.
  4. Rapporto qualità/prezzo: anche sotto questo punto di vista, siamo rimasti estremamente delusi. Considerate che a questo hotel sono attribuite quattro stelle ed un prezzo di 70€ a notte. Questo costo è assolutamente eccessivo per un lodge del genere, diciamo che gli hotel a quattro stelle sono altri. Tutte le critiche che abbiamo mosso fino ad ora non sono assolutamente accettabili per un albergo che si definisce in questo modo.
  5. Colazione: dalle foto presenti sul sito dell’hotel e sulle piattaforme di prenotazione, si lascia intendere che la colazione sia “a buffet” e di conseguenza che ci sia un’ampia scelta di pietanze tra cui scegliere. Peccato che il tutto sia assolutamente fuorviante, la colazione viene consumata tra fredde vetrate ed è composta da poco cibo freddo e di bassa qualità, il caffè viene servito tiepido all’interno di un contenitore per aceto ed il burro, essendo totalmente ghiacciato, è praticamente immangiabile.
  6. Acqua potabile: vi sembrerà assurdo, ma in questo albergo non hanno problemi solo con l’acqua nelle camere, ma anche con l’acqua potabile. In reception hanno un mini frigo dentro al quale sono presenti una o due bottigliette d’acqua. Questa è l’unica fonte di abbeveraggio possibile, se quindi avrete il fegato di prenotare il vostro soggiorno in quest’hotel, munitevi di bottiglie d’acqua da portarvi in camera.
  7. Cimici da letto: riteniamo che questa sia una delle cose peggiori accadute in questo albergo. Durante la notte, uno di noi è stato letteralmente assalito dalle cimici da letto. Questi sono piccoli insetti che si annidano ai piedi dei letti quando le lenzuola sono, evidentemente, sporche. Le punture provocano un estremo prurito e delle punture dal colore rosso o roseo che spariscono solo dopo alcune settimane.
  8. Estrema maleducazione del personale: il nostro soggiorno sarebbe dovuto durare tre notti, la notte prima della visita al Machu Picchu, la notte dopo, ed una notte in più per visitare qualche sito nelle vicinanze. Considerate che l’accoglienza al nostro arrivo non è stata delle migliori, in reception non c’era nessuno ed abbiamo dovuto aspettare parecchi minuti che arrivasse qualcuno, sopraggiunto solo sotto nostro sollecito. Inoltre, dopo tutte le vicissitudini vissute all’interno dell’hotel, abbiamo deciso di andare via una notte prima. L’intento era, vista la presenza di cimici da letto, di mancanza d’acqua e luce, la strada dissestata e via dicendo, quello di non pagare l’ultima notte perché letteralmente impossibilitati a rimanere in loco. La risposta della reception è stata che la camera sarebbe dovuta essere pagata in ogni caso in quanto, se non avessimo voluto sostenere il costo della terza notte, saremmo dovuti andare via entro le dieci. Segnaliamo che erano le 11.30 di mattina e l’albergo era vuoto. Inutile dirvi che, una volta tornati in Italia, abbiamo richiesto il rimborso che ci è stato ovviamente accordato.

    923c85ab-f7f0-4fa4-a334-61ca94f71955
    Punture di cimici da letto

Insomma, un’esperienza da non ripetere.

Dove mangiare a Cusco: UCHU Peruvian Steakhouse

ef9e0026-69ca-4ecb-9e9e-6155dd0e9d68
Ristorante UCHU

Ed anche oggi non vediamo l’ora di raccontarvi di questo buonissimo ristorante. Sul serio, se passate per Cusco non potete perdervelo. Si tratta di UCHU, una steakhouse peruviana ottima. Siamo ancora una volta nel centro storico di Cusco ed UCHU si trova a pochi passi da Plaza de Armas, quindi non sarà difficile raggiungere il ristorante a piedi.

Non appena entrerete nel locale, nel quale vi consigliamo di prenotare, vi renderete conto dell’atmosfera elegante e ben calibrata di questo posto. E’ un posto molto glamour, quindi se ne avete voglia e non volete sentirvi fuori posto, almeno per quella sera, lasciate a casa pantaloni sportivi e  scarponcini da montagna ed indossate qualcosa di più carino 🙂

La parola “UCHU” prende ispirazione dalla lingua quechua e pare voglia dire peperoncino, proprio questo è lo spirito del locale: innovazione nella tradizione.

La vostra cena inizierà con un piccolo aperitivo offerto dal ristorante a base di buonissime olive e seguirà un’esplosione di sapori, a prescindere da ciò che ordinerete. Dobbiamo assolutamente consigliarvi la carne d’alpaca, vi assicuriamo che non ne gusterete una migliore. Oltre alla qualità, assolutamente evidente, delle materie prime, noterete senza ombra di dubbio la maestria e l’attenzione con cui gli ingredienti vengono trattati. Non perdetevi i dessert, anch’essi fantastici e presentati benissimo, in questo ristorante il buono si unisce al bello ed uscirete con la pancia soddisfatta, ma anche gli occhi 🙂

Ecco a voi l’indirizzo : Calle Palacio 135, Cusco

e0d7f9e1-6df7-47e1-bae7-9e5bbc7897b1
Ristorante UCHU

Dove mangiare a Cusco: ristorante Pachapapa

24104f5d-88a5-46af-a1e7-e85329452fe2
Ristorante Pachapapa (foto dal web)

Oggi vi parliamo del ristorante Pachapapa, un luogo davvero suggestivo in una fantastica cornice nella città di Cusco, esattamente dei pressi del quartiere San Blas. Innanzi tutto vi consigliamo di prenotare, si tratta di un ristorante molto famoso e, per questo motivo, sempre parecchio affollato, inoltre la location non è grandissima, quindi non date per scontate di trovare posto. Al momento della prenotazione telefonica, che potete tranquillamente far fare dal vostro hotel, chiedete di mangiare fuori. L’interno è molto carino, però anche meno caratteristico e particolare. La parte esterna, invece, è davvero meravigliosa. Si tratta di un chiostro curato nei minimi dettagli, partendo dalla panche di legno sulle quali ci si accomoda, fino ad arrivare alle piante tenute benissimo che creano un clima raccolto ed un’atmosfera molto romantica. Una volta seduti, guardate le piccole lucine sopra la vostra testa ed ammirate ogni angolo del Pachapapa, reso meraviglioso dalle architetture, ma anche dall’arredamento locale.

1dd76d6d-0566-408e-aeb8-2cf4382c30f6
Ristorante Pachapapa (foto dal web)

Entrando nel merito dell’offerta culinaria, non possiamo non consigliarvi di provare più piatti possibili, qui la tradizione di piatti peruviani e la cucina moderna si uniscono, creando un ottimo connubio di sapori e buona cucina. Dall’antipasto ai dolci, non troverete nulla fuori posto, nella fattispecie, vi consigliamo di provare la trucha frita, ovvero la trota fritta. Allo stesso modo, anche la carne ed i dolci sono buonissimi, tutto cotto a puntino ed estremamente saporito. Non dimenticate di gustare il Pisco a fine pasto, un liquore sud americano che in questo ristorante è davvero buono.

Vi lasciamo qui sotto l’indirizzo del locale 🙂

Plazoleta San Blas 120, Cusco, Perú

Dove dormire a Cusco: Hotel Palacio Manco Capac

b86fb02f-5321-4c3b-8b03-2a2a560d2aab
Hotel Manco Capac

Oggi, invece, vi parleremo dell’hotel in cui siamo stati a Cusco dopo il ritorno da Aguas Calientes. E’ vero, saremmo potuti tornare all’Esplendor senza problemi, ma ci faceva piacere provare qualcos’altro ed, onestamente, non ce ne siamo pentiti nemmeno per un secondo. L’idea iniziale era quella di trovare un albergo qualunque per l’ultima sera a Cusco, ci sarebbe servito per una sola notte, in quanto il giorno dopo avremmo avuto il volo dall’aeroporto di Cusco a quello di Lima. Non avevamo grosse pretese, ma quando abbiamo trovato il Palacio Manco Capac su internet ci siamo innamorati, inoltre avevamo voglia di trascorrere in piena tranquillità e comodità l’ultima sera prima del lungo viaggio di ritorno che ci avrebbe aspettato da lì a poco.

Questo elegante palazzo si trova poco sopra la piazza principale della città, nonostante ciò, esiste una discesa/salita che nel giro di sei o sette minuti a piedi porta dall’hotel al centro storico e viceversa. Quest’oasi di tranquillità vanta una posizione pazzesca, i panorami di Cusco dall’alto sono meravigliosi, sarete fuori dal suono di macchine e taxi, ma assolutamente vicino a tutto ciò che vi serve. Il personale è davvero molto gentile ed educato, la ragazza che ci ha accolto al nostro arrivo è stata disponibilissima, assolutamente chiara in tutta la spiegazione dei comfort dell’albergo. Dopo averci accompagnati in camera, ci siamo stesi sul letto e la sensazione è stata davvero rilassante, ogni dettaglio è curato nei minimi particolari, le stanze sono pulite, ben arredate e soprattutto, cosa per nulla scontata in Perù, provviste di riscaldamento. Il Wi-Fi funziona molto bene e la colazione è buonissima, viene servita in una terrazza totalmente vetrata con vista sulla bellissima Cusco.

Le camere sono molto spaziose, la stessa cosa può dirsi per il bagno, totalmente accessoriato e ben organizzato. Al vostro arrivo, troverete in camera dei cioccolatini di benvenuto ed una brocca d’acqua. Una parola deve necessariamente essere spesa per gli spazi comuni, anch’essi molto belli. L’arredamento riporta un po’ indietro nel tempo, le stanze sono costellate da antiche librerie e quadri d’ispirazione coloniale.

Inoltre, nonostante tutti i servizi offerti e l’indiscutibile bellezza dell’albergo, il prezzo non è eccessivo e vi consigliamo davvero di alloggiare qui, magari anche solo per una notte 🙂

401d628c-7335-49fb-9e22-8676ef496d4c
Hotel Manco Capac

Dove dormire a Cusco: Hotel Esplendor Cusco

Schermata 2019-10-09 alle 13.39.44.png
Hotel Esplendor

Questo ed il prossimo articolo saranno dedicati agli hotel della città di Cusco, noi abbiamo alloggiato in due hotel differenti: uno prima ed uno dopo la visita al Machu Picchu, poiché il nostro volo di ritorno a Lima sarebbe partito proprio da Cusco. Vi consigliamo di preferire hotel nel centro storico della città, Cusco è veramente stupenda e svegliarsi nella zona centrale, ridente e tipica, ha certamente i suoi vantaggi.

Oggi vi parliamo dell’hotel che ci ha ospitati per tre notti consecutive: l’hotel Esplendor. Questo albergo a quattro stelle si trova a 2 minuti a piedi dal mercato di San Pedro, la posizione è ottima, molto comoda per raggiungere tutte le attrazioni della città. Inoltre, circa cinquanta metri prima dell’hotel, troverete un supermarket molto fornito dove acquistare qualunque cosa di cui abbiate bisogno. Entrando nel merito, possiamo certamente consigliarvi l’Esplendor, una volta entrati dall’ingresso principale, vedrete davanti a voi un bellissimo patio all’aperto in stile coloniale, il che rende l’ambiente rilassante e romantico, le camere si trovato tutte intorno al patio, al piano terra o al piano superiore, che si raggiunge tramite delle scale di legno. Abbiamo trovato la nostra camera molto comoda e funzionale, spaziosa ed arredata con gusto minimalista. L’unico neo di quest’hotel è il riscaldamento, totalmente assente. Non riteniamo fosse un problema dell’Esplendor nello specifico, in Perù pare che sia più facile non trovarlo che trovarlo, però la città è fredda, soprattutto la notte, quindi il fatto di stare al freddo diventa davvero fastidioso. La stessa cosa vale per la colazione, che si svolge al piano terra in un gabbiotto spazioso composto da vetrate, l’offerta è abbastanza ampia, dolce e salata, ma non è possibile fare colazione con tutto questo freddo, soprattutto durante le prime ore del mattino. Sarebbe sufficiente aggiungere delle stufe o dei funghi all’interno della zona colazione.

Questo hotel, nel complesso, ci è piaciuto. A parte la questione riscaldamento, vi consigliamo di soggiornarci durante i mesi più caldi 🙂

Dove alloggiare a Puno: Hotel Jose Antonio

109532811
Hotel Jose Antonio (foto dal Web)

Come per tutte le altre tappe del nostro viaggio, vi raccontiamo il nostro soggiorno a Puno e dove abbiamo alloggiato: questa volta, si tratta dell’hotel Jose Antonio. Pare che questo hotel venga considerato uno dei migliori a Puno, per quanto ci riguarda, l’abbiamo trovato molto carino, i servizi sono stati assolutamente consoni al costo che abbiamo sostenuto, la camera e gli spazi comuni erano curati e ben puliti ed il ristorante offre una grande varietà di piatti tipici ed internazionali. Considerate, però, che ci trovavamo in un hotel quattro stelle e ritenevamo fosse un po’ “banale”, passateci il termine. E’ vero che tutte le cose che abbiamo elencato sopra contano ed hanno contato molto anche nel nostro giudizio complessivo sulla struttura, però ci aspettavamo qualche cosa in più. Le camere, per esempio, assomigliavano più a quelle di un Holiday Inn, quindi estremamente curate, pulite e candide, ma senza nessun tipo di arredo tipico. Insomma: nulla che ci ricordasse di essere in Perù.

In generale, ci piace molto vivere davvero i posti che visitiamo, quindi adoriamo soggiornare in hotel che ci portino realmente sul posto, tramite qualche oggetto decorativo e cose simili, purtroppo in questo caso, non abbiamo notato nulla di tutto ciò.

Nonostante questo, l’hotel Jose Antonio, è un luogo assolutamente valido dove alloggiare, non avrete nessun problema con il personale, che si è dimostrato educato, gentile ed attentissimo alle esigenze di noi ospiti, offrendo addirittura rimedi per il mal di montagna. La colazione è buonissima, molto varia, comprende tante offerte dolci e salate per tutti i gusti. Vi trovate a pochi minuti di taxi dal molo dal quale prenderete la barca per visitare le isole Uros, possiamo ipotizzare che per spostarvi dall’hotel al porto in taxi spenderete massimo 10 Soles.

Dove mangiare ad Arequipa? Zig Zag: uno dei migliori ristoranti della città

d5523ac0-0368-41ca-86d6-0154ac2ea0ad
Portata di Manzo, Alpaca e Pollo, Zig Zag

Buongiorno a voi! Oggi vi parliamo di uno dei ristoranti che ci ha colpiti maggiormente: lo Zig Zag. Si tratta di uno dei ristoranti considerati di lusso ad Arequipa, motivo per cui è consigliabile prenotare. Noi abbiamo prenotato due giorni prima e non abbiamo avuti problemi a trovare posto, ma per evitare inconvenienti, sarebbe bene chiamare qualche giorno prima. Si trova nel Centro Storico della Ciudad Blanca ed è stata una piacevolissima scoperta: non appena entrerete nel locale, non potrete fare a meno di notare i dettagli perfettamente curati e la gentilezza del personale che, dopo avervi chiesto se avete una prenotazione, vi accompagnerà al vostro tavolo.

49b7012a-3081-4b92-9813-f9cfdf795b57
Polpette

Vi verrà servito del buonissimo pane con varie salsine buonissime ad accompagnarlo in attesa di fare la vostra ordinazione, potrete scegliere tra moltissime proposte tutte buonissime, vi consigliamo senza alcuna riserva il mix di carni: alpaca, manzo e pollo. Un piatto che basterà sicuramente da dividere in due. Vi porteranno questi tre altissimi e morbidissimi filetti di carne scelte davvero con cura e cucinate in maniera impeccabile.

Non dimenticatevi, infine, di ordinare il dolce! A questo proposito abbiamo ben poco da dirvi: qualunque scelta voi facciate sarà apprezzatissima dalle vostre pupille gustative.

08800583-233c-4cc0-82bf-cf2e37747179
Cappuccino